September 20, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Vito Dell’Aquila, giovane atleta di Mesagne, ha raggiunto la finale olimpica nel taekwondo, categoria – 58 Kg.

All’alba il 20enne brindisino ha battuto l’ungherese Omar Salim con il punteggio di 26-13, frutto di una partenza sprint (12-0) e di una gestione accorta della restante parte del match.
Alle 8.15, Dell’Aquila ha demolito il thailandese Sawekwiharee nei quarti di finale. Anche in questa occasione il brindisino è salito sul tatami conncentrato e deciso a chiudere il match. Dopo aver agevolmente preso un buon vantaggio (16-8 al primo round e 31-17 al secondo) Vito ha raggiunto la semifinale per “point gap”. avendo raggiunto 20 punti di vantaggio sul thailandese!

In semifinale, poi, Vito ha affrontato e sconfitto l’argentino Guzman con il punteggio di 29-10 al termine di un incontro dominato sin dalle prime battute.

Ed adesso tra Dell’Aquila e la medaglia d’oro alle olimpiadi c’è solo il tunisino Mohamed Khalil Jendoubi che, nell’altra semifinale, ha battuto per 25-19 sul sudcoreano Jun Jang. L’appuntamento è per le 14.45.

 

Vito Dell’Aquila è nato a Mesagne il 3 novembre 2000.

Comincia a frequentare la palestra del Maestro Roberto Baglivo all’età di 8 anni. Anno dopo anno si impone all’attenzione del taakwondo nazionale e nel 2018 entra a fare parte del Centro Sportivo Carabinieri dopo essersi diplomato al Liceo Scientifico Epifanio Ferdinando di Mesagne.

Nel novembre 2019 vince il titolo europeo a Bari e si qualifica per Tokyo con la vittoria nel Grand Prix final di Mosca.

Il suo sogno non è soltanto quello di vincere le Olimpiadi ma di laurearsi in Scienze della Comunicazione e diventare un giornalista per scrivere di taekwondo.

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com