April 13, 2024

Brundisium.net


Venti scuole del Brindisino hanno ricevuto in questi giorni dal Ministero dell’Istruzione e del Merito e dal Comitato Italiano per l’UNICEF l’attestato di “Scuola amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”. Si tratta del riconoscimento per il lavoro svolto, nel passato anno scolastico, nella promozione e nell’attuazione della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Il Progetto “Scuola amica”, promosso dal Ministero dell’Istruzione e del merito e da Unicef Italia, prevede infatti strategie e azioni a tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, dentro e fuori la scuola.

 

Gli Istituti che hanno completato il percorso educativo, secondo quanto previsto dal Protocollo attuativo a suo tempo condiviso, sono i Comprensivi “Valesium” di Torchiarolo, “Manzoni-Alighieri” di Cellino San Marco, quelli di Cisternino, Latiano, San Pancrazio Salentino e Erchie, “Santa Chiara”, “Commenda” e “Casale” di Brindisi, il Primo e il Secondo di San Vito dei Normanni, il Primo di Oria, il “Lucia Palazzo” e il Secondo di Ceglie Messapica, il Primo di Francavilla Fontana, le Secondarie di Primo Grado “Materdona-Moro” di Mesagne e “Barnaba-Bosco” di Ostuni, gli Istituti di Secondo Grado “Da Vinci” di Fasano, “Agostinelli” di Ceglie Messapica e il Professionale per i Servizi Sociali “Morvillo Falcone” di San Vito dei Normanni.

Ad essi, e a tutti gli altri Istituti scolastici della provincia, il Ministero e l’Unicef hanno già rivolto l’invito ad aderire – entro il prossimo 20 ottobre – al Progetto predisposto per l’anno scolastico 2023/24 che avrà quattro aree prioritarie: Salute mentale e benessere psicosociale, Istruzione di qualità, Non discriminazione e Sostenibilità ambientale.

 

 

No Comments