October 31, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Cambio di Comandante Provinciale dei Carabinieri: Il Colonnello Giuseppe De Magistris lascia il posto al Colonnello Vittorio Carrara.

De Magistris, arrivato a Brindisi poco più di due anni, ha salutato la città oggi, alla presenza di tutti i comandanti delle compagnie e delle stazioni del Brindisino.
Il colonnello uscente, che è stato chiamato a comandare il Centro di eccellenza per le unità di polizia di stabilità di Venezia, ha ringraziato i colleghi, gli istituti scolastici, la prefettura e le istituzioni locali.

Questa la biografia del Col. Giuseppe De Magistris, che nei suoi due anni di comando ha lasciato una ottima impressione grazie ad uno spessore umano di grande livello caratterizzato, soprattutto, da enorme umanità ed indubbia competenza


Nato nel 1970, dopo aver frequentato per tre anni la Scuola Militare Nunziatella di Napoli, dove ha ultimato gli studi classici, nel 1989, il Colonnello Giuseppe De Magistris è stato ammesso al biennio dei corsi regolari dell’Accademia Militare di Modena. Promosso sottotenente, ha poi frequentato per due anni la Scuola Ufficiali dei Carabinieri di Roma. Conclusa l’attività formativa, l’Ufficiale è stato trasferito presso la Scuola Allievi Carabinieri di Benevento, dove ha svolto attività d’insegnamento, venendo successivamente trasferito, nell’agosto del 1994, al Comando del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trapani. Due anni dopo lascia la Sicilia per raggiungere la Sardegna, a Ghilarza (OR), dove ha retto il Comando della locale Compagnia. Nel 1999 è a Sant’Angelo dei Lombardi (AV), al comando di analogo Reparto, che regge anche a Rimini, dal 2001 al 2005. Dal 2005 al 2008, inoltre, è stato Comandante della Compagnia internazionale di Polizia Militare dell’Headquarters Support Group del Quartier Generale delle Potenze Alleate in Europa (Supreme Headquarters Allied Powers in Europe – SHAPE di stanza in Belgio) e, a doppio cappello, Deputy NATO Provost Marshal nella cellula J3 “operazioni” di quel Quartier Generale.

Dal successivo settembre 2008 all’ottobre 2010 ha prestato servizio presso l’ufficio Piani e Polizia Militare del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, deputato a sovrintendere alle attività svolte dall’Arma nell’ambito delle missioni di mantenimento della pace e di cooperazione militare di polizia. In tale contesto, tra l’altro, nel 2010, egli ha svolto anche le funzioni di segretario del Comitato Interministeriale di Alto Livello della Forza di Gendarmeria Europea (EUROGENDFOR) durante il mandato annuale della Presidenza italiana. Dal 2008 al 2010, sempre a Roma, ha retto l’incarico di Vice Capo della Sala Operativa del Comando Generale, per poi assumere il Comando dei Corsi di Formazione presso la Scuola Ufficiali Carabinieri della Capitale. Oltre a quanto fatto in Belgio nell’alto comando NATO, annovera ulteriori esperienze operative all’estero in diverse operazioni per il mantenimento della pace, segnatamente in Kosovo e Bosnia, in seno a reggimenti “MSU” (Multinational Specialized Unit) a guida Arma, nonché in Iraq e Afghanistan, nell’ambito di specifiche missioni della NATO. Da ultimo, trasferito successivamente in Calabria, il Colonnello De Magistris ha retto il comando del Gruppo dei Carabinieri di Locri (RC) dal 2013 al 2015, reparto che ha lasciato per trasferirsi a New York (USA) presso il Dipartimento di Operazioni di Mantenimento della Pace delle Nazioni Unite. Qui ha svolto l’incarico di “transnational organized crime expert” nell’ambito della Police Division “nell’Office of Rule of Law and Security Institutions”.

Giunto a Brindisi il 25 settembre 2017, ha retto per due anni il Comando Provinciale Carabinieri. Dal 30 settembre p.v., assumerà l’incarico di Direttore del “Nato Stability Policing Centre of Excellence” (NATO SP CoE – Centro di Eccellenza della Polizia di Stabilità della Nato), di stanza a Vicenza (www.nspcoe.org).

Il Centro di Eccellenza è una struttura internazionale “a framework” italiana con spiccata competenza che mette a disposizione dell’Alleanza Atlantica le professionalità dei suoi componenti (Italia, Repubblica Ceca, Francia, Grecia, Olanda, Polonia, Romania, Spagna, Turchia) per assistere la NATO nella stesura, sviluppo, sperimentazione e validazione di nuovi concetti e procedure, per ottimizzare l’interoperabilità di differenti organizzazioni e migliorare la formazione di comparto.

Il NATO SP CoE, operativo a partire dagli inizi del 2015 e con sede nella caserma “Generale Chinotto” di Vicenza, è principalmente dedicato allo sviluppo del delicato processo di trasformazione della NATO nel settore strategico della Polizia di Stabilità, ovvero in quel complesso di attività che vedono impegnate le Forze di Polizia nel garantire lo stato di diritto e la protezione dei diritti umani nelle operazioni di pace e nel contribuire al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica. Proprio in ragione delle motivazioni espresse, l’Arma dei Carabinieri, in possesso di una vasta e diversificata esperienza nelle missioni internazionali, si è proposta per la leadership del progetto per lo sviluppo di tale emergente settore dell’Alleanza.

Ha inoltre conseguito:

Ø laurea in “giurisprudenza”;

Ø laurea di I livello in “scienze della sicurezza”;

Ø laurea di II livello in “scienze della sicurezza interna ed esterna”;

Ø master post laurea in “scienze della sicurezza e dell’organizzazione”.

No Comments