June 18, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Le novità che riguardano l’aeroporto di Brindisi, con la fine della prima fase degli interventi di adeguamento della pista, e di conseguenza anche il porto, che potrà ospitare navi traghetto più alte rispetto a quelle attuali, presentano scenari incoraggianti per lo sviluppo del territorio provinciale. Eliminare “la storica interferenza tra le attività di porto e aeroporto”, come si legge nella nota ufficiale dell’AdSP MAM, significa infatti rilanciare le due più importanti infrastrutture del territorio, con evidenti benefici immediati e a lungo termine per lo stesso.
“Insomma, una notizia importante- ha commentato il commissario della Camera di Commercio di Brindisi, Antonio D’amore- che conferma la salda volontà e la necessità di valorizzare le infrastrutture esistenti, in una logica di intermodalità, traguardando l’obiettivo di potenziarne il rispettivo ruolo con progetti mirati. In un solo colpo l’aeroporto di Brindisi si prepara a nuove sfide di mercato, migliorando la sua immagine e la sua sicurezza, mentre il porto apre i suoi approdi a navi di ultima generazione, circostanza che lo allontana definitivamente dalla condizione di marginalità nel panorama nazionale ed internazionale”.
Da parte del commissario infine un plauso ai presidenti delle due infrastrutture, Tiziano Onesti ed Ugo Patroni Griffi e una richiesta a quest’ultimo, quella di sostenere insieme la necessità di inserire il porto, oggi più che mai, tra strutture core.

No Comments