May 20, 2024

Brundisium.net

Parziali: 25-21, 57-43, 69-61, 94-82
Enel Brindisi: Agbelese 6, Scott 19, Carter 13, Goss 9, Cardillo, Moore 22, Orlandino n.e., Donzelli, M’Baye 19, Joseph 3, Sgobba n.e., Spanghero 3. Coach: Sacchetti
Vanoli Cremona: Johnson Odom 18, Mian 7, Gaspardo 12, Harris 9, Carlino 7, Boccasavia n.e., Biligha 7, Turner 10, Thomas 10, Ibarra 2. Coach: Lepore.
Arbitri: Gianluca Mattioli, Michele Rossi, Nicola Ranaudo.
Tiri Da 2 Punti – Enel: 22/43; Vanoli: 24/51; Tiri Da 3 Punti – Enel: 10/24; Vanoli: 7/18; Tiri Liberi – Enel: 20/23; Vanoli: 13/24. Rimbalzi – Enel: 41(13 Off); Vanoli: 39 (15 Off). Assist – Enel: 18; Vanoli: 14. Palle Perse – Enel: 14; Vanoli: 16.

 

La New Basket Brindisi torna alla vittoria e, a salvezza praticamente acquisita, può mettere nel mirino i playoff.
Moore e compagni disputano una buona gara e surclassano il fanalino di coda Cremona. I lombardi sono stati in partita soltanto per pochi minuti, poi i ragazzi di Sacchetti hanno accelerato e, grazie alle ottime percentuali del primo tempo, hanno fatto pendere dalla loro parte la bilancia del match.
Mai come oggi è venuto fuori il collettivo e non andiamo lontani dalla verità se sosteniamo che dipenda anche dal ritorno in pianta stabile di Kris Joseph, un atleta che non è appariscente ma che regala equilibrio, intensità difensiva e pulizia in attacco.

Adesso sarà importante fare bene nelle gare contro Brescia e Varese, veri crocevie di una stagione che ancora deve dire dove può arrivare questa squadra.

 

La gara:

 Quintetto inedito per Brindisi con Morre, Scott, Mbaye, Joseph e Agbelese.
Dopo un avvio equilibrato, Cremona mette la sesta e vola sul +5 (6-11) grazie alle bombe consecutive di Turner ed Harris. Brindisi commette diversi errori pacchiani (soprattutto di Agbelese e Scott che finiranno il primo quarto rispettivamente con 1/5 e 2/5 da due punti) ma riduce il divario con Moore.
A metà periodo è 9-11 ma l’inerzia è a favore di Brindisi, che con le triple di Jospeh e Moore ed un’ottima transizione di Scott si porta a condurre 17-13.
Sacchetti avvia il valzer dei cambi: dentro Goss e Carter, fuori Moore e Agbelese. Scott regala ai suoi il +7, poi entra in scena Johnson Odom che punta Carter, realizza cinque punti consecutivi (20-18) e riporta Cremona pienamente nel match. Al termine del primo quarto è 25-21.

 

In avvio di secondo quarto, Sacchetti gioca la carta dei tre piccoli (Moore, Goss e Spanghero) e l’Enel vola a 33-26 con le bombe di Spanghero e Goss. Brindisi surclassa i lombardi sulle loro armi e grazie alla maggiore aggressività, l’Enel dapprima ritorna a +7, poi – quando Sacchetti riporta in campo il quintetto “base” – raggiunge anche la doppia cifra di vantaggio (43-33 a 3’45 dal riposo lungo).
I biancazzurri allungano a +12 prima di avere un calo di concentrazione che consenta a Cremona di rosicchiare qualche lunghezza. Il finale è però ancora di marca pugliese grazie ai canestri di M’Baye e Scott che chiudono il tempo sul 55-43.

 

Al rientro in campo Brindisi va a +16 poi Cremona ha un sussulto e recupera qualche punt0 costringendo Sacchetti a chiamare time out (59-49 a 7’06”). Lo stop è salutare e la New Basket torna a macinare gioco e canestri. Poi, come spesso avviene con questa squadra, gli atleti si lasciano prendere un po’ troppo la mano e, invece, di controllare, lasciano che la gara diventi un po’ troppo veloce e sbarazzina. Cremone ne approfitta, torna sotto la soglia della doppia cifra di svantaggio (67-58) e chiude il tempo a – 8 (69-61).

 

La prima fase dell’ultimo periodo è abbastanza convulsa: il grande equilibrio è dovuto praticamente ai tantissimi errori. Un dato su tutti: nei primi 4 minuti del parziale, Brindisi realizza soltanto 5 punti, Cremona appena tre. Lepore chiama time out sul 74-64 a 6’13” dalla fine. Poi Brindisi mette la marcia superiore e per Cremona son dolori: due liberi di Goss, un bel canestro di Scott ed un 2+1 di Carter portano il tabellone sul 81-64 a 4’55” dal termine. Praticamente la partita finisce qui, si gioca solo per gli scores personali. Al termine è 94-82

No Comments