April 20, 2024

Brundisium.net

Sarà inaugurata giovedì 23 novembre 2023 alle ore 17,00 nel Chiostro della Casa di Quartiere Accademia degli Erranti (Ex Convento delle Scuole Pie in via G. Tarantini 35 a Brindisi), la Mostra “Parole e Immagini dalla Casa Circondariale di Brindisi” realizzata dalla Associazione Conchiglia APS in collaborazione con la Casa Circondariale.

La mostra racconta il viaggio tra parole e immagini dei laboratori del Progetto “Resilienza Narrativa – Medicina Narrativa ed Espressione Creativa rivolto a persone sottoposto a restrizione della loro libertà personale” che, iniziato per il secondo anno nella Casa Circondariale di Brindisi a febbraio 2022, è tuttora in corso. L’iniziativa ha coinvolto circa 60 partecipanti in laboratori incentrati sulla narrazione che hanno utilizzato e proposto diverse tecniche in sinergia tra di loro: l’ascolto, la comunicazione, la fotografia e la scrittura.

Il progetto, inserito nel Programma di Istituto 2023 ha documentato in numerosi momenti la vita all’interno della struttura, i tanti corsi educativi e rieducativi e le attività realizzate dal Terzo Settore territoriale in stretta collaborazione con la Direzione.

In mostra sino al 30 novembre, 24 scatti della fotografa della Associazione Conchiglia Nuria Arezzi e la sintesi della metodologia “Resilienza Narrativa” recentemente premiata a Firenze con il Premio Nazionale Helaglobe per il “Patient Engagement”, ideata dalle fondatrici di Conchiglia APS Serena Mingolla e Raffaella Arnesano.

Alla presentazione della mostra “Parole e Immagini dalla Casa Circondariale di Brindisi” parteciperanno Toni Matarrelli, Presidente della Provincia di Brindisi, Valentina Farina Garante dei Detenuti della Provincia di Brindisi, Valentina Meo Evoli, Direttrice Casa Circondariale di Brindisi, Gabriele Bertin, Pastore valdese con cura delle chiese valdesi di Taranto, Grottaglie, Brindisi, Rosy Barretta Presidente della Associazione Brindisi e Le Antiche Strade APS, le volontarie e i volontari della Associazione Conchiglia APS.

Il progetto è stato realizzare grazie all’8×1000 della Chiesa Valdese che ha sostenuto anche la realizzazione della mostra finale come momento di apertura al territorio di una realtà dall’importante e indispensabile ruolo sociale.

Per informazioni: infoconchiglia@gmail.com

No Comments