July 27, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno la Puglia celebra il pianoforte con Piano Lab, il festival targato Ghironda giunto alla quinta edizione in programma da sabato 19 giugno a domenica 8 agosto in alcune delle location più suggestive della regione. Il festival, diretto quest’anno dal concertista, scrittore e conduttore radiofonico Luca Ciammarughi, Non cambia la sperimentata formula di successo degli anni passati, con gli «Special Event» dedicati ai grandi della tastiera con il concerto di Ludovico Einaudi all’alba mercoledì 11 agosto a Otranto Grotte dei Cervi presso l’azienda agrituristica Grotta dei Cervi, recital itineranti nei luoghi di interesse paesaggistico e monumentale all’insegna del connubio musica e natura e la maratona musicale «Suona con noi».

La manifestazione, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza anti-contagio, prenderà il via 19 giugno (ore 19.30) dall’area archeologica Valesio di Torchiarolo con un recital di Dante Roberto realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’Istituto Valzani – Polo Tecnico Professionale Messapia, Fai Italia Scuola, Regione Puglia e Marangi Strumenti Musicali (biglietti euro 7). Un appuntamento pensato per far scoprire una delle più suggestive aree archeologiche pugliesi: a pochi chilometri da Torchiarolo, vicino al bosco di Cerano, spuntano i resti dell’antica Valesio, centro messapico e romano, raso al suolo da Guglielmo I nel 1157, area archeologica tra le più importanti nella provincia, seconda solo a Egnazia. All’interno della cinta muraria, si ritrovano anche la necropoli, la masseria grande e la “pajara”, costruzione in pietra a secco, tipica dell’architettura rurale salentina. Dante Roberto è una figura eclettica, di provenienza classica che convive con gusti e pratiche popular, è docente di Accompagnamento Pianistico, Lettura della Partitura, Lettura dello Spartito e Pratica del Repertorio Vocale presso l’Istituto Musicale di Alta Cultura G. Paisiello di Taranto. Ha studiato pianoforte sotto la guida di Cesare Campanelli, diplomandosi brillantemente al Conservatorio Giordano di Foggia, ha compiuto approfondimenti e perfezionamenti con personalità del calibro di Hector Pell, Maria Lucrezia Pedote, Aquiles Delle Vigne e Franco Scala. Nel suo curriculum spiccano numerose collaborazioni, dall’Orchestra Scarlatti di Napoli all’Orchestra sinfonica della Provincia di Taranto, alternando lavori teatrali e commedie musicali. In veste di concertista si esibito in importanti manifestazioni, dinanzi a presenze istituzionali come Scalfaro e Ciampi, a Genova, Venezia, Roma e Torino, ma anche negli Stati Uniti. Ha anche pubblicato due testi di sostegno alla didattica (Ricordi), un testo ad uso delle scuole medie ad indirizzo musicale (Mondadori-Pearson) e due testi per Sedamusica.

 

Si prosegue domenica 20 giugno a Ostuni (ore 19.30) con un concerto di Leo Caligiuri nel Bosco Didattico Lamacoppa Piccola (biglietti euro 12) realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’Istituto Valzani – Polo Tecnico Professionale Messapia, Fai Italia Scuola, Regione Puglia e Marangi Strumenti Musicali e WWF Trulli e Gravine e Centro Fauna Selvatica di Brindisi. L’appuntamento è arricchito dalla presenza di Paola Pino d’Astore, biologa responsabile del Centro Fauna Selvatica della Provincia di Brindisi – Santa Teresa Spa che introdurrà le attività del centro faunistico e se ci saranno selvatici idonei, porterà qualche esemplare per il rilascio in natura. Il Bosco Didattico di Lamacoppa piccola, rappresentativo degli habitat naturali della Murgia di Sud-Est, un piccolo scrigno di biodiversità dove sono presenti varie specie delle querce Mediterranee (come il leccio, la roverella, il fragno, la sughera, la quercia spinosa, la quercia vallonea), macchia mediterranea e prati ai margini del bosco che regalano splendide fioriture di orchidee selvatiche. Leonardo Caligiuri inizia gli studi batteristici a 8 anni, più tardi intraprende lo studio delle percussioni inizialmente sotto la guida del M. Patrizio Borlenghi dove si concentra soprattutto sulle tastiere e successivamente entra nella classe del M° Danilo Grassi al Conservatorio ” A.Boito ” di Parma. Caligiuri ha già suonato con Ares Tavolazzi, Flavio Boltro ed Enrico Rava, giusto per fare qualche nome. E si è esibito accanto a nomi importanti della musica italiana, da Mario Biondi a Claudio Baglioni.

 

Piano Lab, che quest’anno ha come partner il Key Biscayne Piano Festival, il prestigioso appuntamento con il pianoforte che si tiene ogni anno in Florida, è realizzato con il sostegno del Dipartimento Turismo della Regione Puglia e dei Comuni ospitanti e in collaborazione con Fai Italia scuole, Conservatorio di Musica di Lecce, Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca, Istituto Valzani – Polo Tecnico Professionale Messapia di Torchiarolo, Gal Alto Salento 2020, Consorzio di Gestione Riserva Naturale di Torre Guaceto, Wwf Delegazione Trulli e Gravine, Fai Delegazione di Lecce e gli sponsor tecnici Marangi Strumenti Musicali e Steinway & Sons. Informazioni su pianolab.me

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com