October 20, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Il Rotary Club Brindisi Valesio il 3 giugno 2014  presso l’Albergo Internazionale di Brindisi alle ore 20:00  realizzerà la conferenza: Pisuli…colonne.

 

Marcello Cafiero e Cosimo De Giorgio hanno cercato, in modo certosino, una caratteristica architettonica della nostra Brindisi: le colonne

La colonna è un elemento importantissimo e fondamentale dell’architettura classica, sostitutivo e riproducente il tronco d’albero usato in precedenza a sostegno delle sovrastanti strutture ed è ancora usata negli edifici di particolare importanza.

La nostra città ne era ricchissima: templi, fori, edifici  pubblici in genere e costruzioni dei patrizi.

Iniziata la decadenza dopo la caduta dell’impero, la città fu distrutta dall’opera dell’uomo e dalle forze della natura e, al momento della sua rifondazione, la prima ad opera di Lupo Protospata, il materiale lapideo dei vecchi edifici fu riutilizzato per la costruzione di nuovi e di opere difensive.

Le colonne però, per la loro particolare  forma che mal si adattava alla costruzione di un muro, rimasero sepolte ed inutilizzate, tranne una parte impiegata come paracarri a protezione degli angoli degli edifici.

Tale impiego doveva essere nella nostra città particolarmente diffuso, tanto che, nonostante gli sconvolgimenti urbanistici del centro storico verificatisi dagli anni 50 in poi, molti elementi di colonna sono ancora visibili agli angoli di alcune strade, nelle zone del centro storico non interessate dalla trasformazione urbana.

Abbiamo così effettuato una veloce ricerca individuando e fotografando un certo numero di “colonne” usate come paracarri, al fine di conservarne, in futuro, almeno la memoria storica”,
Questo incontro con la storia e la cultura del territorio brindisino – afferma la Presidente del Rotary Club Brindisi Valesio Mimma Piliego – ci permette di soffermarci sulla cultura del nostro territorio che si compone di innumerevoli e variegati aspetti, molti dei quali anche poco conosciuti. Brindisi importante centro delSalento nell’Italia meridionale, ha rivestito storicamente un importante ruolo commerciale e culturale, dovuto alla sua fortunata posizione verso Oriente e al suo porto naturale, ancora esistente, sul mar Adriatico. Sede episcopale sin dall’età apostolica, Brindisi fu un centro importante per l’evangelizzazione della zona.

Esaurito il fortunato periodo sotto l’Impero romano, la città era già desolata nel VI secolo quando fu occupata dai Goti; nel 674 fu presa dai Longobardi guidati da Romualdo e assaltata dai Saraceni nell’838; ritornò quindi stabilmente sotto il controllo degli imperatori bizantini che si preoccuparono di ricostruirla, forse agli inizi dell’XI secolo, affidandone l’incarico al Protospata Lupo.
La serata si concluderà con la lettura di due poesie in vernacolo lette dall’autrice Lucia Tramonte.

 

Comunicato stampa Rotary Club Brindisi Valesio

No Comments