February 3, 2023

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

MENS SANA MESAGNE: Pastore 3, Gualano 1, Errico, Ruggiero 15, Passante, Lescot 33, Murra, Iaia 7, Calò 15, Falcone. Allenatore: Angelo Capodieci. SANTA RITA TARANTO: Greco 8, De Maglie 7, Suma, Carelli 2, Pezzarossa 17, Mineo 11, Di Trizio 2, Appeso 2, D’Amicis 12, Prisciano. Allenatore: S. Mineo. Parziali: 21-23 19-13 26-4 18-21 Espulso: Greco Arbitri: Barracchia di Trani e Mazzilli di Corato

Ritorna alla vittoria la Mens Sana Ciaurri Mesagne e lo fa battendo tra le mura amiche la Santa Rita Taranto. Basta un tempo ai mensanini, il terzo, per aggiudicarsi l’incontro iniziato in sordina e con una prestazione insufficiente. Il Taranto di coach Mineo deve fare a meno di De Pasquale infortunato e manda in campo Greco, De Maglie, Pezzarossa, Mineo e l’ex D’Amicis, mentre coach Capodieci varia ancora il quintetto iniziale e schiera Errico, Lescot, Calò, Ruggiero e Gualano. Subito tre triple di Lescot infiammano il palazzetto, ma D’Amicis padroneggia sotto canestro e realizza con puntualità. Greco mette a referto un tiro da tre punti e Pezzarossa provoca il primo sorpasso per gli ospiti.  Iaia rileva Errico limitato dai falli e Passante sostituisce Gualano. La difesa del Mesagne è una brutta copia di quella vista negli altri incontri e il Taranto ne approfitta per chiudere il primo quarto in vantaggio 21-23. Nel secondo tempo la musica non cambia, gli Jonici giocano una pallacanestro ordinata in attacco con Greco e Pezzarossa che battono facilmente la difesa mensanina. La Mens Sana invece si blocca, solo nove punti a referto cinque dei quali su tiro libero. Murra sostituisce Calò, Gualano fa rifiatare Ruggiero e il secondo parziale termina con gli ospiti ancora in vantaggio 30-36. Durante l’intervallo coach Capodieci scuote i suoi e ritorna in campo una squadra diversa. I mensanini si schierano con il quintetto iniziale composto da Errico, Lescot, Calò, Ruggiero e Gualano e paralizza il Taranto che realizza solo quattro punti in dieci minuti con Carelli e D’Amicis. I padroni di casa volano con Calò, Lescot e Ruggiero con percentuali di realizzazione altissime (60% da due e 50% da tre). Il parziale di 26-4  nel tempino è devastante, il Taranto sembra tramortito dalla irruenza mensanina che raggiunge anche +19 e il terzo quarto si chiude sul 56-40. Nell’ultimo quarto il Taranto tenta una timida reazione con Mineo e De Maglie, mentre il Mesagne controlla la partita e ruota tutti i disponibili. A 5′ dal termine, in seguito a un fallo di gioco, Greco scalcia ripetutamente e a gioco fermo, l’incolpevole Gualano mentre per terra cercava di contendergli il pallone. Espulso il tarantino, la partita scivolava fino alla fine con l’esordio in un campionato senior di Edoardo Pastore, nato nel 1996, che ha anche macchiato il referto con tre punti. Vittoria meritata quella della Mens Sana Ciaurri Mesagne che ha mostrato qualche segnale di stanchezza per le tre gare disputate in solo sette giorni. Sugli scudi ancora Lescot che chiude l’incontro con 8/13 da due, 4/9 da tre, 5/8 nei tiri liberi, 3 assist, 4 schiacciate, 33 punti e 29 di valutazione nei 35′ rimasto in campo. Buona anche la prova di Ruggiero con 15 punti,  9 rimbalzi e 21 di valutazione. Arriva al momento giusto il turno di riposo per ricaricare le batterie in vista della fase finale e in attesa del recupero di Calia e Spagnolo. Il prossimo turno, 22 Febbraio ore 18:30, vedrà il Mesagne ancora in casa contro il Martina Franca.

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com