August 15, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato Team Urban Value il primo a tagliare la linea di arrivo del Marina Militare Nastro Rosa Veloce-Fincantieri Cup, regata no-stop più lunga del Mediterraneo organizzata da Difesa Servizi S.p.A., SSI Events in collaborazione con la Marina Militare.

 

Sophie Faguet, che già ha vinto il Marina Militare Nastro Rosa Tour in coppia con Jonas Gerckens, e l’esperto Pierre Leboucher hanno completato la loro fatica alle 22.38, impiegando 8 giorni 8 ore 27 minuti e 23 secondi per navigare da Venezia a Genova, tempo che, se battuto nelle edizioni a venire, darà diritto alla conquista di un montepremi dedicato.

 

La risalita del Tirreno di Team Urban Value, al comando sin dai primi minuti di regata, ha subito un’improvvisa accelerazione nel corso della penultima notte, quando Faguet-Leboucher, agganciato un flusso di vento teso da sud, si sono letteralmente involati verso Genova, coprendo oltre 300 miglia in poco meno di 36 ore: “E’ stato entusiasmante: abbiamo navigato velocissimi prima di doverci arrendere momentaneamente ai decisi rinforzi del vento che, in determinati momenti, ha toccato i 60 nodi – ha spiegato Leboucher – La decisione di metterci alla cappa era l’unica possibile e nonostante ciò abbiamo coperto diverse miglia verso il traguardo, dato che scarrocciavamo a oltre 6 nodi in direzione Genova”.

 

“E’ stata una regata molto interessante, lunga e impegnativa e averla vinta da una grande soddisfazione. La presenza dei gate ti obbliga a non guardare solo alla tattica e alle scelte a lungo termine: è determinante saper portare la barca al meglio, veloce in ogni condizione e Pierre in questo è uno dei migliori dato che conosce molto bene il Beneteau Figaro 3. Per me sono stati otto giorni di full immersion, nel corso dei quali ho imparato davvero tantissimo” ha aggiunto la Faguet una volta in banchina.

 

Arrivato Team Urban Value è iniziata l’attesa dei piazzati: nel corso del pomeriggio di oggi si sono registrati gli arrivi di Team Softway (Pam Lee-Adreaa Fornaro) e di Team Venezia Salone Nautico (Cecilia Zorzi-Alessandro Torresani), rispettivamente secondo e terzo classificato di questa regata organizzata da Difesa Servizi S.p.A., SSI Events in collaborazione con la Marina Militare.

Team Softway, che nel corso della regata si è sempre mantenuto nelle posizioni di vertice e ha recuperato circa 40 miglia di svantaggio rispetto al binomio Zorzi-Torresani nell’approccio a Capo Passero completando poi il sorpasso durante la risalita del Tirreno, si è presentato a Genova alle 13.39, al termine di una rapida navigazione alle portanti tra Amalfi e il traguardo.

Soddisfazione è stata espressa da Andrea Fornaro che, sul traguardo, ha dichiarato: “Non immaginavo l’Italia fosse così lunga e nascondesse delle bellezze del genere: è stata una regata impegnativa, estenuante ma ogni volta che ci siamo avvicinati a terra siamo riusciti a ricaricarci, distratti da quanto di bello hanno da offrire le nostre coste. E’ stata davvero una bellissima esperienza”.

Alle 15.11, invece, è stato il momento dell’arrivo di Team Venezia Salone Nautico che, protagonista di una prima parte di regata pressoché perfetta al punto da aver raggiunto il gate di Vieste alla pari con Team Urban Value, ha reso onore alla regata duellando in modo serrato con Team Softway. Non a caso, sul traguardo la prima battuta di Allessando Torresani ha riguardato proprio l’orario di arrivo del diretto avversario ed è stata seguita da una riflessione: “Perdere la seconda posizione è stato davvero un peccato, ma va riconosciuto il merito a Pam Lee e Andrea Fornaro di aver navigato in modo solido e di non aver mai mollato. E’ stata una bellissima regata, aperta e combattuta, una grande esperienza formativa”.

Con i primi tre ormeggiati presso il Porto Antico di Genova, si attende ora l’arrivo del resto della flotta, guidata al momento da Team ENIT (Irene Bezzi – Pietro D’Alì), ormai prossimo al traverso di Ponza e cioè a 275 miglia dal traguardo, in vantaggio di circa 20 miglia sugli inseguitori.

 

La regata
Il Marina Militare Nastro Rosa Veloce-Fincantieri Cup, regata “alla francese” di 1.492 miglia, è la regata più lunga del Mediterraneo e si sviluppa lungo la rotta che, lasciando la Sicilia a destra e passando per alcuni gate obbligatori (tra questi Amalfi e Pisa a unire tutte le Repubbliche Marinare), congiunge Venezia e Genova. I dieci equipaggi in gara, oltre a lottare per la Fincantieri Cup, destinata al vincitore successo, e per fissare il primo tempo di riferimento, si contendono un montepremi complessivo di 50.000€.

 

I team protagonisti
Ad animare il Marina Militare Nastro Rosa Veloce sono dieci equipaggi: Team ENIT (Irene Bezzi-Pietro D’Alì), Team Softway (Pam Lee-Andrea Fornaro), Team Genova The Ocean Race (Dominique Knuppel-Guillerno Altadill), Team Fratelli Visconti (Lisa Berger-Alex Laline), Team Sanfer (Maggie Adamson-Matteo Ichino), Team Urban Value (Sophie Faguet-Pierre Leboucher), Team Venezia Salone Nautico (Cecilia Zorzi-Alessandro Torresani), Team Acone (Catherine Hunt-Alexis Thomas), Aeronautica Militare (Margherita Digrazia-Giancarlo Simeoli) e Marina Militare (Elisabetta Maffei-Federico Piani)

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com