November 13, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio Comunale in data 27 agosto adottava all’unanimità un ordine del giorno riguardante la sindrome fibromialgica, facendo voto affinché questa malattia fosse riconosciuta tra quelle croniche ed invalidanti dal Sistema Sanitario Regionale.

La fibromialgia è una malattia neurologica che colpisce il 4% dell’intera popolazione, quasi sempre donne in età giovanile, provocando dolore e senso di debolezza.

Si tratta di una malattia cronica e rara non riconosciuta come tale dal Sistema Sanitario Regionale.

Con l’ordine del giorno in parola si impegnava il Sindaco ad intercedere presso il Presidente della Regione Puglia e la Giunta Regionale per chiedere l’avvio di un procedimento tendente, appunto, ad ottenere il riconoscimento della fibromialgia come malattia invalidante.

Non sapendo cosa avesse fatto il Sindaco in merito ho ritenuto giusto muovermi autonomamente chiedendo ed ottenendo un incontro con il Presidente della Commissione Sanità della Regione Puglia Giuseppe ROMANO.

Del resto sul tema il Consiglio Regionale si era già espresso approvando alla unanimità una mozione presentata dal Consigliere Gianluca BOZZETTI.

Il Conigliere Giuseppe ROMANO aveva dimostrato subito una grande sensibilità per il problema assumendo l’impegno di convocare la Commissione Sanità da lui presieduta con il fine di chiedere al Presidente della Regione Michele EMILIANO, che ha trattenuto per sé la delega alla Sanità, di sottoporre la proposta del riconoscimento della fibromialgia quale malattia invalidante nella Conferenza Stato-Regioni.

Ebbene il Consigliere ROMANO ha mantenuto la promessa atteso che nella seduta del 26 settembre scorso la Commissione da lui presieduta si è appunto espressa nel senso desiderato, come verificabile dalle note allegate.

Non resta che sperare che a seguito di queste sollecitazioni il disegno di Legge n. 899 del 25/10/2018, recante “Disposizioni per il riconoscimento della fibromialgia come malattia invalidante”, attualmente in esame al Senato, prosegua rapidamente nel suo iter.

 

Gabriele Antonino
Capogruppo Consiliare PRI

No Comments