July 19, 2019

Print Friendly, PDF & Email


All’alba di stamattina, i Carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Brindisi, che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica fondata sulle risultanze investigative rassegnate dalla Compagnia di Francavilla Fontana, nei confronti di 2 rapinatori del luogo, ritenuti responsabili in concorso tra loro dei reati di rapina, commessa nei riguardi di due dipendenti di una ditta operante nella gestione e vendita di congegni di intrattenimento, per un bottino di 2.000 €, nonché di porto e detenzione illegale in luogo pubblico di arma clandestina.

 

I soggetti colpiti dal provvedimento cautelare sono Alessandro Taurisano, 25enne (nome artistico Alex Taurisano) e Euprepio Balestra, 21enne, entrambi di Francavilla Fontana, che nel tardo pomeriggio del 15 novembre 2017, travisati con passamontagna e il Taurisano armato di una pistola con matricola abrasa, si sono scagliati frantumando con calci il vetro dello sportello anteriore dell’autocarro Fiat Strada pic-up nel cui interno vi erano due dipendenti della ditta Distante s.r.l..

 

Sorpresi dall’evento l’autista ha cercato di ripartire non riuscendo nell’intento perché uno dei due rapinatori si è impossessato delle chiavi del veicolo.

In quel frangente uno dei malviventi puntata l’arma ha intimato che gli venisse consegnato il denaro, ammontante a circa 2.000 €, l’incasso giornaliero frutto delle operazioni effettuate dai due dipendenti per conto della loro azienda nella gestione e vendita di videogiochi e slot.

 


Le due vittime dopo l’evento hanno incrociato un equipaggio del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Francavilla Fontana di pattuglia nel territorio, al quale hanno rappresentato il fatto, in particolare il modo cruento con cui uno dei due rapinatori si era approcciato frantumando a calci il vetro del loro veicolo, mentre erano fermi per una breve sosta. Impossessatisi della borsa con il denaro, i due sono fuggiti a piedi per le strade circostanti.

 

Le indagini hanno consentito la certa identificazione dei responsabili e del ruolo avuto da ciascuno, grazie all’esame dei fotogrammi estrapolati dai sistemi di videosorveglianza presenti nell’abitato. La loro analisi ha permesso di ricostruire con dovizia l’evento, la via di fuga e stabilire che le vittime erano state costantemente pedinate con un’autovettura da oltre un’ora prima della commissione del fatto da parte dei rapinatori.

 

Altri ulteriori importanti elementi probatori, sono stati raccolti la mattina successiva nel corso di un sopralluogo, che ha consentito di rinvenire nelle adiacenze di un terreno agricolo di una contrada limitrofa i due passamontagna in tessuto di colore nero realizzati artigianalmente e una felpa con cappuccio utilizzati dagli arrestati.

 

Sono state anche documentate le loro assidue frequentazioni e il loro stretto vincolo di amicizia, tanto che il Balestra compare nel video del brano musicale intitolato “Carcere” di Alex Taurisano.

 

Per quanto riguarda l’arma utilizzata, una pistola Beretta con matricola abrasa, è stata rinvenuta durante una perquisizione dopo la rapina nella disponibilità del Taurisano, che l’aveva abilmente occultata all’interno di un muretto a secco nelle adiacenze della sua abitazione.

 

Balestra Euprepio tratto in arresto, dopo le formalità di rito è stato associato nella casa circondariale di Brindisi, mentre a Taurisano il provvedimento di arresto è stato notificato in carcere dove si trova detenuto per il reato detenzione al fine di spaccio di stupefacente.

 

Le foto di copertina è un fotogramma del video pubblicato su Youtube

No Comments