April 7, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

DAMIANO SPINA ORIA-CAVE ROMA 2-3 (par.li 27-25, 23-25, 25-16, 23-25, 15-17)

Damiano Spina Oria: Zanzarelli ne, Zingarello ne, Cozzetto 0, Casalino 4, Scaglioso 5, Bozzetto, Valente 5, Leone 29, Benefico 23, Galiulo 10, Diviggiano 5. All. Danese

Cave Roma: Fedeli 13, Ferrieri 4, Zia 7, Tomassi ne, Longobardi 13, Casella 4, Grossi ne, Muzi 11, Massani 6, Polisini 0, Fornari. All. Camiolo

Arbitri: Giuseppe Dipartono, Claudia Francavilla

 

 

Lotta fino in fondo e conquista un punto la Damiano Spina Oria che, dopo aver lottato, deve cedere al tiebreak il passo alla Cave Roma. Finisce 3-2 per le ospiti con alba e tramonto del match che si è vissuto fino ai vantaggi. Unico rammarico, quello di aver condotto per due volte le sorti della gara salvo cadere al quinto set.

Grande pubblico al palazzetto dello sport di Oria che ha spinto dal primo all’ultimo scambio le ragazze di Renato Danese alla ricerca di un risultato positivo.

 

Nel primo set partono contratta le oritane che si svegliano sul 14-11 in favore di Cave quando, sfruttando la battuta di Benefico, riescono a mettere la freccia. Leone mette a terra tanti punti e si chiude 27-25 il primo parziale.

Nel secondo set cala la Damiano Spina al servizio, difesa poco incisiva che, sul punto a punto, diventa determinante per il 25-23 con cui le romane impattano.

Nel terzo set, invece, la Damiano Spina sembra quasi sciogliere le paure e sfodera una prestazione eccellente: difesa forte, attacco con Leone e Benefico straripanti, segnali positivi anche da Diviggiano e Valente che, nel frattempo, compievano la classica staffetta tra opposte. La chiusura del set per 25-16 è la degna dimostrazione di quanto detto.

Nel quarto parziale si lotta senza esclusione di colpi: la Damiano Spina, però, si blocca in una rotazione. Discutibili alcune scelte arbitrali che portano Cave a guadagnare 5 punti di vantaggio. Sul finale Oria rientra in gioco ma non basta: si va al tiebrek.

La Damiano Spina va sotto 14-12 ma riesce a pareggiare. I vantaggi, però, dicono Cave Roma. Grandi applausi comunque da parte del pubblico che ha voluto dare il giusto tributo alla maglia sudata da parte di tutte le ragazze oritane.

Sicuramente la Damiano Spina può crescere ma, se questo è l’inizio, è assolutamente promettente e ben augurante per il futuro.

 

 

 

Francesco Friuli – Resp.Comunicazione Damiano Spina Oria

No Comments