August 13, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Nella prima giornata di ritorno del campionato FIGC under 15 girone B Puglia, le ragazze della Nitor hanno disputato, nonostante la sconfitta di misura per 3-2, una partita superlativa contro la Salento Women che è sicuramente la squadra più accreditata, insieme alla Pink Bari, alla vittoria finale e quindi al passaggio alla fase nazionale del torneo.

Le giallorosse, consce anche della forza delle brindisine, sono scese in campo al gran completo, integrando il proprio organico con ragazze già nel giro della loro prima squadra (militante in serie C), trovando però di fronte una banda di ragazze “sfrontate” decise a vender cara la pelle, che hanno lottato con ardore e classe sino all’ultimo minuto di gioco.

La partita è stata equilibrata con numerosi capovolgimenti di fronte e azioni da goal da una parte e dall’altra; le Nitor girl hanno per ben due volte riacciuffato il pareggio, facendo esplodere il numeroso e caloroso pubblico del Precampo e solo nei minuti finali le giallorosse hanno avuto ragione dell’indomita squadra brindisina, siglando il definitivo 3-2.

Il risultato finale è tuttavia anche frutto della minore esperienza delle Nitor girl, che sono solo alla loro prima avventura nel campionato under 15 e che, nonostante tutto e contro ogni pronostico, giocano ormai alla pari contro le corazzate pugliesi e si avvicinano a grandi passi verso la meritata semifinale del torneo grazie alle vittorie sulla Virtus Francavilla e sul Monopoli Calcio.

Raggianti per la splendida prestazione, il mister Mino Melpignano e i suoi collaboratori Mister Renato Lo Masto (vecchia gloria del calcio brindisino) e mister Alessandro Megna che, con tanta dedizione, affiancano le ragazze nella loro crescita tecnica e umana. “Siamo davvero soddisfatti della gara di oggi ed in generale di tutte le nostre nitorine” sottolinea mister Melpignano “siamo riusciti, con l’aiuto della società, a creare un movimento femminile che ci regala puntualmente tante emozioni e questo vale non solo per le under 15 ma anche per le under 12 e le “pulcine”. Vivere il calcio femminile è un’esperienza unica, vedere queste bellissime ragazze legarsi i capelli e correre in campo gettando il cuore oltre l’ostacolo e poi, appena finisce la partita, vittoria o sconfitta che sia, essere pronte a stringere la mano e ad abbracciare le avversarie, è la vera essenza dello sport, sono i valori che vogliamo trasmettere. Abbiamo progetti ambiziosi e spero quindi che, sull’esempio delle nostre ragazze, ve ne siano tante altre che si avvicinino al magico mondo del calcio femminile”

In bocca a lupo “Nitorine”, continuate così, a portare con onore e orgoglio il nome del nostro territorio ovunque andiate.

No Comments