February 17, 2020

Print Friendly, PDF & Email

Venerdì 16 novembre alle ore 10,30 presso l’Aula Magna “S. Pertini” della Scuola Secondaria di I grado in Via Mantegna 23, nel quartiere Sant’Elia, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione del progetto “CRESCI CON LO SPORT”.
Il progetto prevede l’offerta di attività motorie gratuite extracurriculari per contrastare l’abbandono precoce della pratica sportiva.
L’iniziativa, rivolta ai bambini delle quarte e quinte classi della Scuola Primaria, nasce dalla collaborazione tra l’ADS Robur di Brindisi e l’I.C. Sant’Elia-Commenda.
I due soggetti sono legati, dal 2014, nella rete “Qualamano” costituita proprio dalla Dirigente del Comprensivo, prof.ssa Lucia Portolano, allo scopo di progettare e realizzare azioni territoriali sinergiche volte a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica e ad offrire ai ragazzi dei quartieri Sant’Elia e Commenda nuove opportunità di crescita fisica, culturale, intellettiva.
A sottolineare il valore sinergico della proposta il coinvolgimento degli studenti del Liceo Scientifico Sportivo Monticelli-Fermi di Brindisi che contribuiranno alle attività nell’ambito dell’esperienza di alternanza scuola- lavoro prevista dall’Istituto.
Sicuramente il progetto CRESCI CON LO SPORT rappresenta un’opportunità importante per le famiglie perché lo sport è un’esperienza fondamentale nella vita dei bambini in fase di crescita e, nella frenetica e tecnologica società contemporanea, il rischio che i piccoli si adagino nell’ozio e si abituino a praticare una vita sostanzialmente sedentaria è molto elevato.
Oltre a trascorrere molte ore seduti, fermi e attenti mentre sono in classe e mentre fanno i compiti, c’è una tendenza a spostarsi sempre di più in macchina e sempre meno a piedi e in bicicletta, a volte per paura dei genitori ma più spesso per una forma di pigrizia.
Gli strumenti digitali, cellulari, tablet e console, presenti nelle nostre case finiscono per essere delle tentazioni irresistibili, che portano i bambini a trascorre il loro tempo libero chiusi in casa a fissare uno schermo, anziché uscire all’aperto, per andare all’allenamento, al campo o al parco a socializzare e giocare con i coetanei.
L’abbandono sportivo precoce è un preoccupante fenomeno degli ultimi anni; una diffusa percentuale di bambini lasciano la pratica sportiva intorno ai 10 o 12 anni, o anche prima, il più delle volte in maniera definitiva. E’ superfluo, forse, elencare i danni che tale abbandono e dunque la rinuncia allo sport comporta nella crescita a livello fisico, psicologico e sociale; tali danni riguardano la formazione fisica, la maturazione dello schema corporeo e dei prerequisiti funzionali, la capacità di conoscere meglio se stessi, la possibilità di relazionarsi col prossimo e di sperimentarsi in un gruppo di pari.
Spesso l’assenza di una cultura sportiva a scuola è un fattore che incide sulla mancanza dell’attività fisica in età pediatrica ma anche le difficoltà economiche pesano sulla possibilità di fare sport: non tutti si possono permettere di fare lezioni in piscina, a tennis, a scherma o di judo, e per questo garantire la possibilità di movimento a scuola è un modo per livellare le diseguaglianze. Senza dimenticare che poche sono le possibilità di fare sport non a livello agonistico, per puro piacere, e gli sport legati all’agonismo in alcuni casi possono disincentivare i bambini a fare attività fisica.
CRESCI CON LO SPORT, offrendo attività gratuite all’interno della scuola, vuole essere un’efficace risposta a tutte queste cause di abbandono precoce e ricordare che se non si fa attività fisica da piccoli, sarà più difficile farla da grandi, perdendo tutti i benefici fisici e sociali dati dallo sport.
Il progetto ha il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e, quale Main Sponsor, Enel Spa.
Alla conferenza stampa parteciperanno i D.S. Prof.ssa Lucia Portolano dell’Ist. Comprensivo “Sant’Elia-Commenda” e Prof.ssa Stefania Metrangolo del Liceo Scientifico Sportivo “Monticelli-Fermi”, il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, il responsabile Enel Affari Territoriali Puglia e Basilicata Angelo Giovine, e il General Manager dell’ASD Robur, Gianpaolo Amatori.

No Comments