December 12, 2018



Print Friendly, PDF & Email


Dopo tre giorni di mostre, dibattiti e film si chiude oggi IN_CHIOSTRI 2018, l’evento organizzato dall’Associazione Diecieventotto – Manifesto per la Cultura e dalla sezione di Brindisi della Società di Storia Patria per la Puglia col patrocinio del Comune di Brindisi ed il concorso di enti, istituzioni culturali, associazioni e scuole della città.

 

L’edizione 2018 di IN_CHIOSTRI intende approfondire, a 50 anni dal Sessantotto, i volti, gli aspetti, le espressioni ed i riflessi negli anni che seguirono quella “stagione”.

Nelle quattro giornate della kermesse saranno viscerate le imprevedibili e inaspettate dinamiche socio culturali che cambiarono alla radice i “segni e le espressioni” dei costumi, dell’economia, della comunicazione, della politica, delle arti, delle fedi, dell’organizzazione della vita quotidiana e sociale.

 

Questo il programma odierno

Mercoledì 26 settembre. Chiostro del Museo Archeologico “Ribezzo”. Ore 17,30.

Femminismo, storia e futuro
Interventi di:
Isabella Peretti, del Centro internazionale delle Donne di Roma e curatrice della collana “Sessismo e razzismo” (Ediesse),
Rosella Apruzzi, Docente e attivista femminista,
Lia Caprera, Presidente Associazione Io Donna

 

Io c’ero!
Incontro con testimoni e racconti del territorio.
Interventi di Pietro Mita, Elvira D’Alò, Teresa Nacci Franco Chiarello, Maurizio Nocera, Marcella Guadalupi, Antonio Greco, Chino Salento, Nando Benigno, Fernando Parlati e chiunque vorrà partecipare, (portando se possibile qualcosa d’epoca) …..del mondo operaio, studentesco e del movimento femminista, delle lotte per l’abolizione delle “gabbie salariali”, la fondazione del Circolo Lenin di Puglia, le lotte bracciantili, i “fogli” della controcultura, l’antifascismo, great refusal, case ospitali, le “occupazioni”, i Centri sociali, Italia /Germania: 4 a 3, i complessi musicali, le “radio libere”, Anarchia, Mirafiori, la valigia di cartone, allargare l’aria della coscienza,Paradise Now, deserto dei tartari, i cineforum, l’obiezione di coscienza, minima moralia, il viaggio in oriente, il diritto all’ozio, Salò Sade, Bandiera Gialla, figli dei fiori, lasikness, autostop, thesubterraneans, HOWL, teologia della liberazione, F.U.O.R.I., clandestini, statuto dei lavoratori, radiolina, statu nascenti, l’eschimo, Black Panthers, angeli del ciclostile, DO IT!, l’autodifesa, antiautoritarismo, dannati della terra, assalto al cielo, letture collettive, capelloni, Katanga, sperimentare in “comune”, donare la rosa, andar per fragole, lavoro politico, Agaragar, rivoluzione culturale, Situazionismo, one dimensional man, cent’anni di solitudine, i “pidocchietti”, on the road, il riflusso, il grande freddo, Vietnam, i Colonnelli, la grande illusione, i giovani, Cile, i matusa, il sistema, utopia, le barricate, il potere, le stragi di Stato, riformismo o rivoluzione?, l’imperialismo, famiglie, classi, generazioni, contestare, cinema?, poesia?, arte?, musica?, teatro?, sport?, settembre nero, Mexico’68, ……

 


Dal 21 settembre a metà ottobre ci sarà una rassegna di film “indicativi” del e sugli anni ’60 e ‘70, e altre iniziative.

Nei mesi di ottobre e novembre: OUT_CHIOSTRI.

27 ottobre, dal Festival di poesia di Castelporziano del 1979: la fine del sogno del ’68.

In fase di programmazione incontri sui temi dei cambiamenti nel mondo della cosiddetta musica leggera, dell’arte, del cinema, della poesia e letteratura con coinvolgimento di Scuole superiori.

No Comments