May 23, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Finale: Sporting Club Bitonto 52 – 54 Brio Service Carovigno.
Parziali: 17-15; 7-11; 5-14; 23-14.
Tabellini: Zito, De Leonardis I. 12, Ancora n.e., Agresta 4, Travaglini 2, Specchia 3, Monna 8, Dipietrangelo 5, Valentini 6, Bove 14.

È stato un giorno di festa ieri per tutto il popolo carovignese, il Carovigno Basket, targato Brio Service, vince lo scontro decisivo contro lo Sporting Club Bitonto e si aggiudica con una giornata di anticipo la promozione in serie D.
Indescrivibile il momento, indescrivibili le emozioni vissute nel pala Borsellino di Bitonto, dove le due squadre hanno dato vita ad uno spettacolo che meritava un altro palcoscenico.
Pubblico fantastico da una parte e dall’altra, clima meraviglioso sin dall’ingresso in campo degli atleti, ripetutamente incitati e gasati dalle loro tifoserie. È stata una giornata memorabile per tutta la società carovignese che ha riscritto la storia e ha riportato il Carovigno dove merita dopo 8 lunghissimi anni, in quella serie D che conosciamo bene e che siamo pronti a ritrovare dopo tanta agonia e nostalgia.
È stata la vittoria dei ragazzi, tredici splendidi gladiatori (Piero Monna, Ivano De Leonardis, Gianfranco Valentini, Marco Dipietrangelo, Francesco Bove, Pierluigi Specchia, Felice Tamborrino, Marco Travaglini, Mirko Zito, Davide Agresta, Luca Di Napoli, Antonio Ancora, e Viktor Lanzilotti), iperconcentrati per portare a casa la vittoria, hanno dimostrato di essere un gruppo, di essere una famiglia, di essere una squadra con un cuore immenso. È stata la vittoria di Gianpaolo Amatori e del suo staff tecnico (Luca Lococciolo e Diego Simeoli) che hanno lavorato da sempre con grande impegno e professionalità, preparando ogni partita come fosse una finale. È stata la vittoria del patron Giuseppe Greco e di tutta la dirigenza carovignese (Francesco Lotti, Pasquale Melpignano, Piersalvatore Iaia, Cristian Caliolo, Mattia Di Latte, Giuseppe Epifani, Vincenzo Carlucci e Luigi Greco, ognuno con propri ruoli e mansioni ma soprattutto con un’infinita passione per il basket) che hanno lottato per poter ridare vita ad un progetto serio, valido e pieno di speranze per lo sport della nostra città. È stata la vittoria di tutto il centro minibasket, coordinato da Vincenzo Carlucci, Annalisa Bagnulo e Luigi Greco e dagli istruttori Gabriella Brandi e Mirko Zito, e delle relative famiglie che non sono mai mancate sugli spalti e hanno sempre tifato sia in casa che in trasferta per la maglia rossoblù che i bambini vivono come un sogno futuro e non troppo lontano.
È stata la partita perfetta, sia dal punto di vista dello spettacolo, sia dal punto di vista delle emozioni, mai chiusa, mai scontata sino all’ultimo centesimo di secondo che restava da giocare. Una partita che i tantissimi tifosi carovignesi ricorderanno per sempre.
La Brio Service vince in un campo difficile come pochi (primi due quarti squadre quasi sempre in parità), a tratti domina (come nel terzo quarto chiuso 5 a 14 per i rossoblù) ma non riesce a chiuderla, a tratti trema (come gli ultimi 5 minuti quando il Bitonto rientra prepotentemente sino al -1) ma la forza interiore trova sempre nuova energia e i nostri sono stati veri e propri condottieri e nulla di più bello potevano regalarsi e regalare a tutti.
Adesso è ufficiale, Carovigno ha vinto il campionato di promozione maschile 2018/19 con una gara di anticipo, Carovigno è tornata in serie D e continuerà a far sognare i propri tifosi.
Complimenti a tutti e forza Carovigno

Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

No Comments