September 18, 2019

Print Friendly, PDF & Email

… casualità ? … forse … si, forse è casualit
… se la casualità è la tipica caratteristica di ciò che non possiamo programmare … allora si: è casualità … coincidenza? … forse anche quella …
combinazione?… si …
congiuntura di eventi? … potremmo dirlo …
un caso, un accidente, una fatalità, un imprevisto? … anche …

 

il fatto è questo : a febbraio ho deciso di lasciare …
dopo quarant’anni nella stessa amministrazione pubblica, decido di abbandonare …
basta ..
cambio … rinasco …
“Il sottoscritto Serni Apunto nato a … il … … e residente in Brindisi alla via … rassegna le proprie dimissioni irrevocabili dal servizio ecce ecc “ … data e firma …
in fede Apunto Serni , Brindisi, 20 Febbraio …

 

andrò a fare altro …
ci ho pensato e ripensato …
lo so : sono salti, questi, più connaturati ad età molto diverse dalla mia …
la mia carta d’identità mi dice altro : mi dice statti fermo e aspetta la pensione …
ma io da questo orecchio non ci sento …
sono un tipo dalla mentalità staminale …
alla vecchiaia e a sua sorella abitudine do del “lei” …
poca confidenza please …
rispetto si, ma poca confidenza …
c’è un periodo di preavviso e devo solo attendere che l’amministrazione prenda atto della mia decisione e mi comunichi il giorno d’uscita …

 

non vedo l’ora … ho fretta …
tempus fugit ed io non ne ho moltissimo …
trascorro un marzo poco brillante … aspetto …
qualche problemino di salute …

 

arriva aprile …
e arriva l’8 …
è il mio compleanno …
sono contento …
stasera andrò a cena con S.,M. ed L . … sarà dolcissimo … lo aspettano da giorni …
la mattinata sta per passare stanca ed inutile in un ufficio in cui non ho più niente da fare …
e poi … la casualità … il caso, la coincidenza … nella stessa mattinata mi arriva la notizia che la determinazione dirigenziale che mi riguarda è stata firmata e pubblicata …
porta la data del mio compleanno …

 

è un messaggio di rinascita? …una sorta di pasqua? … sembra una metafora, un simbolo, una coincidenza significativa direbbe Jung …
mi piacciono questi messaggi cifrati da parte della vita … sembra un buon presagio … sono quasi le tredici e trenta … orario d’uscita … rispondo ad una telefonata da un numero sconosciuto …
è un mio amico che sta per passare da sotto il mio ufficio, vuole che scenda … ha qualcosa da dirmi … è un radiologo …
la sua faccia non preannuncia niente di buono … infatti mi comunica il risultato di una T.A.C. con M.d.C. torace più addome … Tomografia Assiale Computerizzata con Mezzo di Contrasto alla quale mi sono sottoposto la settimana precedente … niente di buono …
casualità? …forse … caso, accidente, fatalità, imprevisto ?

 

… il compleanno, il cambio di lavoro, il risultato della tac … arriva all’improvviso una quantità infinita di pensieri scoordinati e contraddittori …
si rompe qualcosa nella visone della vita che fino a ieri consideravo in modo semi cartesiano , direi della metà extensa … devo invece assoggettarmi a condizioni completamente opposte …

 

devo sottopormi urgentemente ad un intervento chirurgico … cambia tutto …

 

per la sera dell’8 questi pensieri me li tengo per me affinchè la cena al nostro ristorante preferito non sia rovinata da nulla … nei giorni seguenti dovrò necessariamente condividerne alcuni … casualità? … coincidenza? …
mi sembra poco …
poco e assolutamente riduttivo …

 

abbiamo un lessico semplice e debilitato …
ci vorrebbero parole più capaci …
parole che sappiano unire piani e dimensioni diverse …
ci sono pozzi così profondi che nessuna parola riesce ad esplorare … … … … … … … …

 

adesso sono a casa … dimesso dall’ospedale … in cura per “riprendermi” … forse un altro intervento dopo Natale …

 

ripenso ancora e ancora alla casualità … alla combinazione … forse c’è una parte di messaggio che non ho saputo decifrare … la parola “coraggio” mi è sempre piaciuta …
piace a tutti …
forse perché non c’è veramente nessuno che ne abbia quanto gliene servirebbe …

 

è come “forza” …
come “ottimismo” …

 

il libro che mi rimane da scrivere sarà il libro dei bisogni veri … ci aggiungerò desideri, speranze e traguardi … e stupore …
il libro delle abitudini, dei vizi e delle ripetizioni ho smesso di scriverlo l’8 di aprile, il giorno del mio compleanno …

 

Apunto Serni

No Comments