December 14, 2019

Print Friendly, PDF & Email

“La norma stabilisce che il sindaco è autorità sanitaria locale, quindi ha competenze per legge in questa materia, più di ogni altro. Per cui ogni primo cittadino ha il dovere di promuovere la salute nella propria comunità”: Toni Matarrelli, candidato sindaco di Mesagne per la coalizione “Insintonia”, conclude con queste parole il quinto e ultimo incontro con la città, quello dedicato a temi delicatissimi quali la sanità e la cittadinanza attiva. “Spesso i sindaci sottovalutano o perdono di vista la loro responsabilità di tutelare la salute con la collaborazione delle istituzioni del territorio”, puntualizza Matarrelli.
Nell’incontro, che ha visto la partecipazione di esperti, associazioni e tanti cittadini, si è parlato molto della valorizzazione dell’ex ospedale di Mesagne, divenuto Presidio territoriale di assistenza: “E’ una struttura che dovrebbe svolgere funzioni importanti ma che di fatto ancora non ne ha”, aggiunge Matarrelli. “Il compito del sindaco è anche quello di sollecitare il direttore generale della Asl affinché mantenga gli impegni assunti in questo territorio”.
Si è parlato anche di cittadinanza attiva, un capitolo importante nel programma di coalizione. Tra gli obiettivi, la creazione di comitati di quartiere, il potenziamento del Consiglio comunale dei ragazzi e una campagna contro la ludopatia.

No Comments