August 19, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Giulianova-Mesagne 0-3 (18-25, 16-25, 15-25)

Note: 1^ arbitro Yuri Casciato, 2^ arbitro Giulia Natalini. Muri 11-5, Battute sbagliate 11-4, Aces 5-3, Errori punto 17-17.

Giulianova: Spinozzi, Cocciaretto, D’Egidio 4, Di Febbro, Imprescia 3, Piersante, Grando (k) 6, Palumbo, Ferretti, Di Carlo 10, Paolini 2, Vallese L1. All. Di Bernardino.

Mesagne: Malerba, Abbracciavento 3, Iacca 10, Escher 12, Demilito, Carbone 4, Liguori 11, Lapenna, Cristofaro (k) 18, De Paola, Galuppi L1. All. Giunta.

 

 

Un Mesagne rabbioso ed in cerca di riscatto espugna in 59 minuti il difficile campo della Pallavolo Giulianova, formazione in lotta per non retrocedere ed alla disperata ricerca di punti salvezza. Una bella prova di forza per le gialloblu, adesso a +9 dalla zona retrocessione.

Andiamo con ordine: in settimana problemi per Iacca, fermata da malanni stagionali, ed Abbracciavento, bloccata dai postumi di un vecchio infortunio. Alla fine saranno entrambe della partita insieme a Liguori, Carbone, Escher, Galuppi (L1) e capitan Cristofaro. In panchina Malerba, Lapenna, Demilito e De Paola.

Fin dai primissimi punti (0-4), le ragazze di mr. Giunta mettono pressione alle padrone di casa, incapaci di opporre una valida resistenza al gioco veloce ed aggressivo delle gialloblu. Il primo parziale si chiude sul 18-25, nonostante un tentativo finale di rimonta da parte del Giulianova.

Il secondo set è la fotocopia del primo: il Mesagne gioca una buona pallavolo e mette in difficoltà le abruzzesi grazie ad un’impeccabile correlazione muro-difesa che limita di molto le avanti di casa. La buona vena delle attaccanti mesagnesi, inoltre, completa l’opera e regala il primo punto di giornata all’Appia Project (16-25).

Nei primi scambi del terzo parziale, il Giulianova prova a mettere in difficoltà le ospiti, ma il break accumulato in apertura viene prontamente ripreso ancor prima della metà del set. Le abruzzesi escono dai giochi ed il Mesagne chiude in scioltezza sul 15-25, concedendo minuti preziosi alle babies Malerba, Demilito, Lapenna e De Paola.

Poteva essere una sfida dalle mille insidie, invece le gialloblu sfoderano una prestazione maiuscola che conferma il buon momento della squadra e la allontana ulteriormente dalla zona rossa della classifica. Ottima prova da parte di tutte, sontuosa capitan Cristofaro, non solo per i 18 punti (con 7 muri all’attivo), ma anche per l’atteggiamento da leader espresso durante tutta la gara. Tra le note positive di giornata, la bellissima accoglienza della società abruzzese, che sentiamo il dovere di ringraziare per la sportività e la correttezza dimostrate.

 

MAURO POCI

No Comments