September 18, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Dialoghi di studio e approfondimento
O R I Z Z O N T I convegno finale di restituzione dei risultati
Brindisi, 12 settembre ore 9:00-12:30 presso AdspMAM sala ex Comitato portuale

 

A conclusione dei DIALOGHI DI STUDIO E APPROFONDIMENTO tenuti presso la HDLibrary – Casa del Turista a Brindisi, nei giorni 11 luglio, 1° e 22 agosto su iniziativa volontaria e indipendente di alcuni tra i partecipanti al Laboratorio di sensibilizzazione paesaggistica “Brindisi. Porto e confine” promosso dal 20 al 24 maggio scorso dall’Adsp del Mare Adriatico Meridionale ed incentrato sul rapporto porto-città, si invita al convegno finale di restituzione dei risultati dal titolo: O R I Z Z O N T I.

 

Dal Laboratorio di sensibilizzazione paesaggistica, il cui focus era stato incentrato sul rapporto fra la città e il suo “porto” inteso come soggetto-oggetto, era emerso come, pur nella vastità della tematica, esso risulti essere spazio particolare e circoscritto. Fine ultimo dello studio è stato dunque quello di riuscire a cogliere il significato profondo dei limiti e, di conseguenza, della relazione con la città, individuandone i contorni concettuali, materiali e immateriali. Il confine è infatti materializzazione sintetica dell’immagine concettuale di relazione: possiamo quindi affermare che il porto di per sé, se considerato nel significato di trasporto e di commercio, non è altro se non una complessa rappresentazione del limite stesso. Questa idea, peraltro di origine antica, è altresì in evoluzione come dimostrato dai processi di rinnovamento dei complessi portuali, o parte di essi, a Barcellona, Auckland, Brema, Rotterdam, Amburgo, Anversa, solo per citarne alcuni. Tuttavia occorre partire dal passato remoto per comprendere il presente e le dinamiche contemporanee al fine di poter, successivamente, elaborare e proporre una possibile visione futura.

 

Il coinvolgimento di numerose figure professionali sia per esperienza (studenti, dottorandi, professori, professionisti) che per competenza (architetti, artisti, ingegneri, fotografi, architetti del paesaggio, letterati, biologi, agronomi, giornalisti, insieme a pescatori, abitanti, politici locali) ha conseguito l’obiettivo di suscitare, a partire dalle idee emerse dal laboratorio svolto a maggio scorso, la ricerca di approfondimento e confronto sul tema paesaggistico e sulle molteplici connessioni sociali, economiche ed ambientali che del rapporto tra la città con il suo porto formano tutt’uno anche con riferimento alla storia millenaria di Brindisi, al passato remoto e quello più recente, e della relazione tra pregi e debolezze della città, nell’intento di individuare cosa debba essere maggiormente valutato perché sottostimato, quali obiettivi possano essere tracciati e quali strategie di miglioramento e sviluppo per la città e per il territorio possono essere individuate.

 

La possibilità di condividere i temi e le riflessioni incontrando la cittadinanza e i portatori d’interesse, ordini professionali, istituzioni e decisori pubblici nella History Digital Library presso la Casa del Turista sul Lungomare Regina Margherita ha costituito, altresì, la naturale prosecuzione dell’attività di analisi e di studio poiché la biblioteca di comunità multimediale, nata dalla partecipazione al bando Community Library inserito nella strategia regionale “Smart in Puglia” finalizzata al rilancio del patrimonio d’interesse culturale della Puglia, si è confermata luogo ideale dove sviluppare spunti progettuali e dialogo proprio per quella sua vocazione a costruire ponti tra il passato millenario della città ed un futuro che non può non essere radicato nell’esperienza presente.

No Comments