February 21, 2020

Print Friendly, PDF & Email

La Polizia di Stato di Ostuni ha arrestato nella flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio due persone del posto.
Nel corso dell’intervento antidroga sono stati sequestrati 66 grammi di marijuana suddivisa in dosi, 3 bilancini elettronici di precisione, numeroso materiale di confezionamento e una somma di denaro in contante.
Gli arrestati, N.J.C. classe 1994 e N.C.R. classe 1992, marito e moglie, entrambi nati in Camerun ma residenti da tempo in Ostuni, regolari sul territorio nazionale ed incensurati, dopo le formalità di rito sono stati associati presso la loro abitazione in regime di arresti domiciliari.
L’attività ha tratto le mosse da un monitoraggio di alcuni consumatori del posto e degli spacciatori sino all’individuazione del nascondiglio della droga all’interno della loro casa dalla quale veniva osservato un sospetto via vai di individui noti all’Ufficio.
Così, dopo diverse ore di attesa, i poliziotti vi accedevano e procedevano ad una perquisizione che consentiva di rinvenire droga, soldi e materiale di confezionamento in vari punti della cucina.
Una parte dello stupefacente, già suddiviso in dosi, era nascosto all’interno del forno.
L’indagine è coordinata dalla Procura della Repubblica di Brindisi e ora si concentrerà sull’individuazione della filiera di approvvigionamento della droga.

No Comments