December 13, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Giovedì 21 novembre alle ore 18:00 presso le “Vasche limarie” site in Porta Mesagne avrà inizio la serie di sopralluoghi nei locali interessati dall’avviso pubblico “Riusa Brindisi” promosso dall’amministrazione comunale di Brindisi. Saranno un’occasione, oltre che per conoscere i luoghi in questione (Vasche limarie, Scuole Pie, Bastione San Giacomo, ex supermercato al quartiere Perrino), per relazionarsi e confrontarsi con altre esperienze virtuose in tema di recupero e riutilizzo di spazi pubblici, che racconteranno i loro percorsi e le azioni sviluppate in altre città della regione.

Il bando “Riusa Brindisi” rappresenta una prima ed importante sperimentazione sul riutilizzo del patrimonio del Comune di Brindisi, con cui l’amministrazione intende costruire un modello virtuoso che ribalti le logiche del passato, mettendo a servizio i beni immobili disponibili col fine di promuovere percorsi che producano una ricaduta sociale ed un ritorno per la città. L’obiettivo è fornire ad associazioni ed imprese sociali un’opportunità per sviluppare attività destinate alla crescita del territorio e dei servizi alla comunità, in un’ottica di mutua collaborazione con l’amministrazione pubblica e con il tessuto sociale della città.

 

Come movimento “Ora tocca a noi” abbiamo fin da subito contribuito allo sviluppo di questa iniziativa, promuovendo un percorso di assemblee pubbliche e seminari di approfondimento sul tema della riqualificazione degli spazi abbandonati, coinvolgendo numerose associazioni, organizzazioni private e giovani.

Questo dispositivo si inserisce perfettamente all’interno delle azioni che come amministrazione stiamo avviando per mettere in moto nuove opportunità e costruire esperienze di innovazione e sviluppo per la città e per i suoi giovani.

 

Da qualche settimana Palazzo Guerrieri è entrato nel vivo della sua funzione, selezionando ed accompagnando i primi progetti con il bando “Laboratorio di innovazione urbana” ed avviando il servizio di coworking e fablab.
Dopo le nostre incessanti sollecitazioni da settembre è attivo il presidio lettura del polo biblio-museale presso l’Ex Convento di Santa Chiara, struttura che ospiterà al piano superiore la “Casa della musica”, sulla base delle proposte presentate al bando regionale “Luoghi Comuni”, di cui a breve verrà reso noto l’esito.

Ognuna di queste esperienze concorrerà a generare nella città presidi attivi capaci di liberare le migliori energie della comunità e di contribuire a traghettare Brindisi in questa sua fase di riconversione storica verso nuovi modelli produttivi, economici e culturali, investendo sulle sue risorse e sulle capacità dei giovani.

Fin dalla nascita del nostro movimento e con l’inizio dell’esperienza amministrativa la missione di “Ora tocca a noi” è stata provare a costruire le condizioni affinché i giovani e tutta la comunità potessero trovare le occasioni per poter crescere, realizzarsi e contribuire alla rinascita del territorio.

Un percorso che ha visto gli eventi SuperBrindisi (prima edizione a dicembre 2018, seconda edizione a settembre 2019 e terza edizione in cantiere) come tappe fondamentali che hanno contribuito a rendere più fertile il terreno ed ad offrire momenti di confronto e di stimolo per essere all’altezza della sfida che abbiamo davanti.
Tanta è la strada da percorrere, ma siamo fermamente convinti che il cammino intrapreso sia quello giusto e che tramite il lavoro sinergico dell’amministrazione comunale e degli attori della città si possa insieme costruire la Brindisi del futuro.

 

Ora tocca a noi

No Comments