October 14, 2019

Print Friendly, PDF & Email

La Polizia di Stato nell’ambito di un azione di prevenzione e repressione dei reati di genere, ha arrestato in flagranza di reato di maltrattamenti in famiglia S.L., 43 anni.

Tutto è accaduto nella serata di venerdì quando un equipaggio della Squadra Volante è intervenuto nei pressi di un bar trovando una donna in stato di agitazione, in lacrime e con il volto segnato dai colpi subiti dal marito.
Quando sono arrivati i poliziotti l’uomo era ancora intento ad inveire contro la moglie.

La donna, che ha riportato lesioni guaribili in 7 giorni salvo complicazioni, ha denunciato un calvario di soprusi, percosse e maltrattamenti iniziato sin dal giorno del matrimonio e fattosi più consistente dal 2015 sino ad oggi.

Le vessazioni fisiche avvenivano anche alla presenza dei figli minori della coppia. I riscontri acquisiti, pertanto, venivano dettagliatamente comunicati al PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi che, data la delicatezza della situazione, disponeva che l’uomo tratto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia , fosse condotto presso il carcere di Brindisi a sua disposizione.

Dopo la convalida dell’arresto, all’uomo sono stati concessi gli arresti domiciliari in un abitazione ben lontana da quella della donna e con espresso divieto di poterla in qualunque modo avvicinare o comunicare.

No Comments