July 19, 2019

Print Friendly, PDF & Email

La brama di visibilità del consigliere Nobile dei 5 stelle ha raggiunto ormai il Top (almeno si spesa) visto che utilizza il ruolo per diffamare, fornire notizie false, giungendo al punto di richiedere l’intervento dei vigili del fuoco a scuola per inesistenti pericoli alla pubblica incolumità. E’ sempre più chiaro che il candidato sindaco Carrisi ed il Consigliere De Marco, persone legate al valore della correttezza e verità e poco inclini alla volontà di apparire, siano state costrette, di fatto, ad abbandonare il ruolo di consiglieri comunali: non potevano accettare il modo imposto da qualcuno di fondare l’azione politica sull’inganno, sulla menzogna e mala fede di cui è intriso l’articolo di stampa pubblicato dal Consigliere Nobile.

 

Afferma il consigliere Nobile che in una pronuncia della Corte dei Conti del 2016 è riportato che il Comune “nel periodo 2010/2015 rimane inerte ed acquiescente tanto da generare ammanchi per milioni di euro ed il conseguente fallimento di Fiscalità Locale srl” . L’unico ammanco riscontrato è del 2008 e 2009 per €.105.000,00, è stato denunciato nel 2010 (vi è una sentenza di condanna) e restituito al Comune. E’ falso e diffamatorio non solo che l’ammanco si sia verificato nel 2010/2015 non solo che sia pari addirittura a milioni di euro ma, fatto ancor più grave, che a certificare quanto falsamente dichiarato sia stata la Corte dei Conti. Pura menzogna. La Magistratura contabile ha scritto altro anche in relazione ai periodi di tempo i cui si sono consumati atti rilevanti in danno del Comune. Ma ormai è oggettivo che i 5 stelle locali difendono e condividono l’operato politico e gestionale riscontrato dal 2005 al 2010 e da giugno 2015 al fallimento della società, sono di fatto quasi organici a chi ha di fatto deciso le sorti del Paese in quei periodi.

 

Ancora: mi si accusa di non aver colpito chi non paga i tributi comunali in danno di chi li paga. Falso ma al contempo contraddittorio. Il Governo cinque stelle ha inserito in manovra la cancellazione di tutti i tributi concessi ad Equitalia anche comunali e multe riferite ad un periodo temporale specifico per importi sino ad €.1.000,00, e quindi ha cancellato, senza distinzione di ISEE, i debiti tributari di quelli che la consigliera ritiene fosse giusto colpire a tutela di chi ha pagato regolarmente. Due pesi e due misure (a San Pietro i 5 stelle utilizzano gli stessi argomenti che il PD nazionale ha riservato al Governo nazionale: sicuramente a livello locale voteranno qualche nuova civica) !? Se non riscuote equitalia e con legge viene agevolato chi non ha pagato va tutto bene, cambia il disvalore morale a secondo del luogo in cui si opera! Il Governo ha deciso la cancellazione di alcuni debiti fiscali e la rottamazione di altri perché la riscossione dei tributi è un problema che riguarda il 99% dei Comuni, tanto se il servizio risultava internalizzato che se affidato ad equitalia o ad altri soggetti esterni. Chi sa leggere e scrivere verifichi le sentenze della Corte dei Conti sui Consuntivi degli altri Comuni: i richiami sono identici perché i problemi sono identici! Sulla stampa risulta che tutti i Comuni del Brindisino stanno inviando avvisi per evitare prescrizioni. E’ falso poi affermare che dal 2010 al 2015 non sono stati eseguiti controlli ed ancor di più che non sono stati resi servizi ai cittadini: negli anni considerati la spesa sociale è stata sostenuta come mai in passato, servizi a giovani (Bollenti Spiriti), minori (Centro Via P.G. Rizzo), senza fissa dimora e centro interculturale (Erga Omnes), scuole (Pof ed altri finanziamenti), disabili ed anziani (progetti specifici finanziati), borse lavoro, investimenti per efficientamento energetico, lavoro a tempo determinato, gestione rifiuti, pulizie discariche, rischio idraulico etc. etc. etc.. A proposito tutti i predetti servizi sono stati cancellati nel 2016 e 2017: ma il Consigliere Nobile non può che condividere l’operato di Renna e della sua amministrazione in quel periodo visto che nulla scrive in proposito, anzi si incontra con ex amministratori!

 

Ancora il Consigliere scrive: ….non sapendo ancora come far funzionare il sistema di riscossione, interno esterno, misto… alle spalle dei cittadini che pagano puntualmente..”. Falso e denigratorio. Sin dal 2014 era stata decisa la strada da seguire: internalizzazione del servizio ed esternalizzazione dell’attività di supporto. La Corte dei Conti ha censurato il ritardo con cui quelle scelte, confermate con una nota a mia firma nel 2015 inoltrata alla Magistratura contabile, sono state poi deliberate dalla successiva amministrazione Renna (ma i 5 stelle locali non possono contestare l’operato di Renna, ne condividono le scelte). Idee del 2014 chiare ed in linea con quanto, per incompetenza o per la politica dei “due pesi e due misure” il consigliere non sa che il suo partito ritiene adeguato. Il comma 1091 della legge di bilancio 2019 ha incentivato l’internalizzazione prevedendo con legge premialità per i dipendenti comunali rispetto al riscosso come accertamenti elevati, anche in deroga alle regole sul salario accessorio. Mi rendo conto che forse sto trattando aspetti troppo tecnici per la bassa politica da chiacchericcio social. La linea da seguire è chiara: a breve firmerò il decreto che individua il nuovo dirigente Ufficio tributi a 36 ore settimanali.
Transazioni: molti residui erano e sono legati a contenziosi e non ad inerzia. Si stanno definendo i contenziosi (con sentenze o con transazioni) e posso assicurare che il Comune ha avuto solo benefici per l’attività svolta da giugno 2018 ad oggi. Di fatto è stato riscosso forse il 100% dei residui Cosap fotovoltaico oggetto di transazione, conseguendo il pagamento per l’anno 2018 e 2019 nonostante i cavi siano stati ceduti ad Enel. Ma mi chiedo: il Governo con legge spinge per la pace fiscale, ed a San Pietro i suoi rappresentanti contestano un modo di operare che ha portato alla pace fiscale cancellando residui per circa €.1.500.000,00 e facendo conseguire nuove entrate!!?

 

Guardate che il PD a livello nazionale non contesta la pace fiscale ma i condoni, se avete deciso di sposare le linee del predetto partito, leggetele bene!

 

Riassumendo: si risponderà all’interrogazione nei tempi previsti, si rimandano al mittente le fandonie scritte consigliando al Consigliere, per poter conseguire l’obiettivo di pubblicare la sua foto sulla stampa, di scegliere altri temi. A proposito mi si consenta un poco di ironia: sto cercando di reperire i numeri dei responsabili della NATO da porre a disposizione del Consigliere, per non disturbare i vigili del fuoco per inesistenti pericoli (magari la prossima volta si passa al radioattivo od al rischio missili terra aria inviati da qualche potenza nemica). Si stanno avvicinando le elezioni europee, per cui il consigliere potrebbe aspirare ad una visibilità più ampia di quella locale accreditando falsità assertivamente riportate in sentenze scritte dalla Magistratura Europea. E poi, hai visto mai che candidandosi per le Europee potrebbe accadere che qualcuno decida di far dimettere 7/8 eletti dal popolo per scegliere, in danno dei cittadini, chi deve ricoprire il ruolo, in linea con la vostra idea di democrazia!

 

Avv. Pasquale Rizzo

No Comments