August 6, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Manca poco meno di un mese all’apertura della terza stagione del Monday Nights, set di competizioni di calcio a 7 con base a Francavilla Fontana, provincia di Brindisi. Si parte il 7 ottobre presso la struttura sportiva Soter con le semifinali di Supercoppa di Lega, minitorneo che raccoglie le migliori squadre dello scorso anno. Ma sarà solo l’antipasto di una stagione che si presenta lunghissima (si chiude il 20 luglio 2020) e molto spettacolare.

I tornei. In tre anni il Monday Nights è cresciuto tantissimo: dalle 16 squadre inizialmente coinvolte si è passati prima a 20 e poi alle attuali 32 (alcune delle quali da Taranto, Latiano, Carosino e Grottaglie). Al campionato, alla coppa di lega e all’All Star Game si sono aggiunte altre competizioni: la Gold Cup, la Silver Cup e la Bronze Cup, oltre al Monday Nights School, che in una città come Francavilla – con ben cinque istituti superiori – offre ai più giovani un momento di socialità e di crescita importante, nel segno dello sport e dei suoi valori.

L’organizzazione. Perché poi l’obiettivo del Monday Nights, stagione dopo stagione, è sempre questo: fare aggregazione con la scusa del calcio. Senza prendersi troppo sul serio, ma con alle spalle un’organizzazione rodata e capillare. Il Monday Nights mette a disposizione dei partecipanti uno staff formato da circa quaranta persone, che curano nei minimi dettagli ogni aspetto dei tornei, dai calendari al rapporto con squadre e arbitri fino al regolamento. Quest’ultimo viene redatto e aggiornato con grande attenzione per esaltare l’aspetto spettacolare e competitivo del gioco, ma sempre con un occhio di riguardo per il rispetto delle regole e degli avversari. Con un’organizzazione di questo genere, ai partecipanti non resta che giocare e divertirsi, mentre dalla panchina e da bordo campo si possono seguire in diretta anche le altre partite, con aggiornamenti in tempo reale di tutte le statistiche di squadre e individuali.

I numeri. Ad oggi, attorno al Monday Nights ruotano oltre cinquecento persone, tra staff, giocatori, arbitri e pubblico, anch’esso assai numeroso: molti “tifosi”, incluse le famiglie e gli amici dei partecipanti, hanno ormai un appuntamento fisso con lo spettacolo dei lunedì sera targati Monday Nights, spesso accompagnati da spettacoli pirotecnici e piccoli eventi dal vivo. Come nel caso dell’All Star Game dell’anno scorso, che vide musica dal vivo, fuochi d’artificio e majorette sfilare in campo prima dell’inizio della gara tra i migliori giocatori di stagione. Un successo, in particolare proprio quello dell’All Star Game, suggellato non solo dall’affetto del pubblico, ma anche dalla partnership con Umbro, storico marchio sportivo inglese che adesso veste lo staff del Monday Nights.

Le novità. Oltre all’incremento di competizioni e numero di squadre iscritte, la terza stagione del Monday Nights porterà altre novità interessanti, e non solo per chi gioca. “È stato naturale ampliare il numero di iscrizioni” racconta Piero Neve, presidente dell’ASD Monday Nights, l’associazione che si occupa dell’organizzazione. “Le richieste erano tante: quest’estate abbiamo organizzato qualche amichevole per capire quali squadre accogliere tra le nuove. Abbiamo scelto chi ha sposato lo spirito assolutamente sportivo del Monday Nights. Ma abbiamo in serbo anche altre sorprese: per l’All Star Game, quest’anno, vorremmo avere una personalità sportiva di spicco. Ci stiamo lavorando, come stiamo lavorando già dall’anno scorso sulla sostenibilità ambientale dei tornei: eliminata la plastica, stiamo pian piano eliminando anche la carta, con una app dedicata solo per lo staff, che già da ottobre andrà a sostituire tutte le schede-partita con risultati e statistiche.”

No Comments