December 12, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Nel fine settimana più caldo dell’anno la cultura non va in ferie. L’Amministrazione Comunale di Mesagne, attraverso l’Info-Point Turistico dell’Ente, è lieta di offrire ai turisti e ai cittadini gli ultimi due percorsi inediti all’interno della città messapica, con la consulenza culturale della professoressa Giovanna Bozzi, docente di Storia dell’Arte e Guida Turistica dell’Ente. Due gli appuntamenti: il 16 agosto con il walkscape: “100 passi nella città a forma di nobilissimo cuore umano”, che condurrà i partecipanti nel percorso delle antiche mura, per lo più scomparse, ma che si svelano in luoghi inaspettati. Sabato 17 agosto sarà la volta dell’archeologia, con un percorso di grande valenza culturale e civile, tra il Museo del Territorio e l’Area Archeologica di Vico Quercia.
Secondo Cataldo Antonio Mannarino, medico e filosofo vissuto alla fine del XVI sec., occorrevano 100 passi per attraversare da occidente a oriente Mesagne, la città a forma di cuore, e altrettanti da nord a sud.
Sulle tracce di quei passi, facendoci guidare dalle immagini, dalle parole degli storici e grazie alla disponibilità di alcuni privati, il walkscape del 16 agosto propone un percorso a tappe alla scoperta delle trasformazioni nel tracciato delle mura che nel XVI secolo cingevano la città in uno spazio fortificato, tra “torri, giardini e fossi antichissimi” e che oggi disegnano la forma del centro storico. Il Walkscape sarà pubblicato sulla piattaforma www.almaloci.com per essere visto e fruito anche a distanza, grazie al progetto realizzato dalla prof.ssa Bozzi con gli alunni del Liceo “Epifanio Ferdinando” di Mesagne nel “PON Patrimonio” per il Potenziamento dell’educazione al patrimonio storico, artistico e paesaggistico finanziato con i Fondi Strutturali Europei, in rete con il Comune di Mesagne e il Liceo Artistico “E. Simone” di Brindisi.
L’appuntamento del 17 agosto è dedicato all’archeologia e ci permetterà di raccontare come, nel passato recente, la comunità mesagnese abbia dato prova di grande consapevolezza culturale e competenze civiche, restituendo alla cittadinanza, grazie all’impegno congiunto con gli enti preposti alla tutela, lo studio, e la fruizione dell’Area Archeologica di Vico Quercia.
Al pubblico sarà offerta, in modo semplice e suggestivo una narrazione innovativa degli straordinari reperti del Museo in continuità con i miti e le abitudini degli antichi abitanti della regione salentina.

“Una città a forma di nobilissimo cuore umano”: con queste parole, ricorda la prof.ssa Giovanna Bozzi, Cataldo Antonio Mannarino, autore di un noto volume manoscritto dal titolo Memorie storiche su Mesagne del 1596 circa, conservato nella Biblioteca Nazionale di Napoli e recentemente pubblicato, descrive Mesagne. Un cuore non solo nella forma – continua la prof.ssa Bozzi – ma anche nella sostanza, per riprendere la descrizione di Mannarino, per la centralità di Mesagne tra Adriatico e Ionio, tra importanti città commerciali e via di comunicazione, per il dinamismo dei suoi abitanti che sin dal XVI sec. formularono un’idea di città che ancora dialoga con noi contemporanei.
Il Walkscape è una camminata che invita a osservare e ascoltare per ricostruire la storia e l’identità di un luogo in modo collettivo, attraverso tracce nascoste e dettagli apparentemente insignificanti ed è il risultato di una profonda indagine sulle tracce del passato, del dialogo con i giovani e con gli appassionati della storia della città e con storici e ricercatori e l’interpretazione della realtà attuale. Il walkscape si realizza camminando, osservando, raccogliendo immagini e impronte, indagando nel tessuto della città e confrontandolo con il presente, dialogando.
Pertanto, non una visita guidata, ma un percorso di avvicinamento alla storia del contesto urbano attraverso la scoperta delle relazioni che si intrecciano intorno ai monumenti, agli uomini, alle pietre, alle piante.
Entrambe le visite partiranno nella magica atmosfera del crepuscolo, al calar della sera: appuntamento alle 18:45 all’Info-Point Turistico all’interno del Castello Normanno-Svevo.
Le attività sono inserita nel cartellone MesagnEstate 2019: le visite, adatte anche alle famiglie, si concluderanno intorno alle 21,30.
La partecipazione è libera e gratuita, ma è necessaria la prenotazione all’Info-Point 0831.738898 o mail iat@comune.mesagne.br.it o whataspp al 348.7288029 (prof.ssa Giovanna Bozzi).

Infine, si ricorda che, a tutti i turisti che per l’estate 2019 sceglieranno di visitare la Città dal Cuore Antico, Città d’Arte e 100 Mete d’Italia, l’Ente offre un servizio di Guida Turistica gratuita anche in lingua inglese e francese.
Il servizio è sempre attivo da luglio alla fine di settembre, dalle 17:00 alle 20:00 del venerdì e del sabato e dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 della domenica.
Visite straordinarie sono previste per giovedì 15 agosto – Ferragosto.
Le Guide Turistiche, abilitate e con grande esperienza anche nelle lingue inglese e francese (Giovanna Bozzi, Angela Greco, Giuseppe Leone, Monica Marasco) accoglieranno i visitatori, anche senza prenotazione, nell’Info-Point Turistico dell’Ente, all’interno del Castello-Normanno-Svevo, in Via Castello n. 5.
L’Info-Point Turistico è in via Castello 5, aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00.
Per prenotare il Walkscape: 0831.738898
Pagina Facebook ed Instagram: Info_Point_Turistico_Mesagne https://www.facebook.com/iatmesagne/

No Comments