June 22, 2024

Brundisium.net

La Prefettura e il Presidio della Marina Militare, in collaborazione con il Comune di Brindisi, l’Ufficio Scolastico Provinciale e le Forze dell’Ordine, hanno programmato in Piazza Santa Teresa, con inizio alle ore 10.30, la cerimonia commemorativa per la celebrazione della festività del 4 Novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.
La manifestazione, che avrà luogo ai piedi del Monumento ai Caduti, caro alla memoria storica della città, si aprirà con la deposizione della corona da parte del Prefetto e del Comandante del Presidio Militare, unitamente al Sindaco di Brindisi e al Presidente della Provincia.
La manifestazione prevede il contributo musicale degli studenti del Liceo “Giustino Durano” di Brindisi.
Nel corso della cerimonia saranno consegnate, alla presenza delle Autorità Civili e militari, le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana conferite dal Capo dello Stato ad alcuni cittadini che si sono distinti in vari ambiti dando lustro al territorio brindisino.

 

Giovedì 4 novembre alle 9.00 in Piazza Vittorio Emanuele II, a Francavilla, si terrà una cerimonia istituzionale in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

Come da protocollo la manifestazione si aprirà con lo schieramento delle autorità civili e militari, cui seguirà l’alzabandiera con l’esecuzione dell’Inno Nazionale a cura della Scuola Musicale Comunale.

Dopo la deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti da parte del Sindaco Antonello Denuzzo, prenderà la parola il Ten. Col. Osvaldo Regina, Comandante del Centro Logistico Munizionamento e Armamento dell’Aeronautica Militare – Gruppo Rifornimenti Area Sud.

Gli studenti Matteo Padula (Primo Istituto Comprensivo), Luigi Argentiero (Secondo Istituto Comprensivo) e Gerardo Luigi Agnusdei (Terzo Istituto Comprensivo) leggeranno alcune riflessioni sul significato di questa giornata.

Le conclusioni saranno a cura del Sindaco Antonello Denuzzo.

Il 4 novembre, oltre a celebrare l’Armistizio di Villa Giusti del 1918, è dedicato alla memoria di tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per l’Italia.

Quest’anno le celebrazioni coincidono con il centenario della tumulazione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria. Questo soldato anonimo, morto nel corso della Prima guerra mondiale, incarna il sacrificio di tutti i Caduti per la Patria.

L’anonimato di ieri, a distanza di un secolo, si è trasformato in un senso di rinnovata appartenenza grazie alla campagna avviata dalle Medaglie d’Oro al valor Militare e ANCI, che hanno promosso il riconoscimento della Cittadinanza Onoraria del Milite Ignoto nei Comuni italiani.

L’iniziativa, dal profondo significato simbolico, è stata sposata dal Sindaco Antonello Denuzzo che ha proposto il conferimento della Cittadinanza Onoraria di Francavilla Fontana al Milite Ignoto.

 

Anche la Città di Mesagne ha organizzato iniziative per ricordare l’Armistizio di Villa Giusti (4 novembre 1918), che consentì di portare a compimento il processo di unificazione nazionale dell’Italia iniziato in epoca risorgimentale. Quest’anno ricorre il centesimo anniversario della traslazione del Milite Ignoto, simbolo dei militari caduti durante la prima Guerra Mondiale e dei quali è stato impossibile il riconoscimento.

Il sindaco Antonio Matarrelli e il presidente del Consiglio comunale Omar Ture terranno il loro intervento in Piazza Orsini del Balzo a partire dalle ore 9.Tutti i momenti si svolgeranno nel rispetto della vigente normativa anti Covid-19.

No Comments