July 15, 2024

Brundisium.net

Da un gruppo di cittadini riunitosi in modo spontaneo, a seguito dell’ennesima installazione di un ripetitore telefonico effettuata sul territorio comunale ed in particolar modo nel rione Conella, nasce a Carovigno (BR), regolato dagli articoli 39 e seguenti del Codice Civile, oltre che da un regolare Statuto/ atto costitutivo, il COMITATO NO ALL’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO – per la tutela e la salvaguardia della salute del cittadino contro l’inquinamento elettromagnetico e per il controllo delle stazioni radio base di telefonia cellulare.

Il Comitato NO ALL’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO ha come obiettivo quello di:
– promuovere e sostenere tutte le iniziative, attività ed interventi che sono finalizzati al miglioramento di vita e di salute dei cittadini del territorio comunale connessi in modo specifico ai problemi di salvaguardia e tutela ambientale, promozione della ricerca scientifica per valutare gli effetti dell’esposizione a determinati livelli di campi elettrici magnetici ed elettromagnetici;
– sviluppare dibattito, forme di impegno civile, confronti con le istituzioni connessi agliobietti vi sopra detti;
– promuovere iniziative sociali, culturali, sanitarie e scientifiche che vanno nella direzione di una maggiore consapevolezza delle sensibilità ambientale e della tutela della salute della popolazione.

Il Comitato NO ALL’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO ha inoltre avviato in questi giorni una campagna di raccolta firme, ai sensi dell’art. 48 dello Statuto del Comune di Carovigno approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.6 del 21/05/2014, per richiedere la convocazione del Consiglio Comunale per la formulazione e approvazione di un regolamento comunale per l’installazione di impianti di tele radiocomunicazione che disciplini, nei limiti previsti dalla normativa vigente, il corretto insediamento urbanistico, ambientale e territoriale degli impianti di telefonia mobile e trasmissione dati originanti campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici nonché l’adeguamento, lo spostamento e l’esercizio degli stessi.

Determinati e motivati a mettere in campo tutte le iniziative necessarie al miglioramento di vita e di salute dei cittadini, assistiti da uffici legali competenti in materia, convocheremo in questi giorni un dibattito pubblico con la cittadinanza per favorire una maggiore consapevolezza della sensibilità ambientale e dell’inquinamento elettromagnetico.

 

COMITATO NO ALL’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

No Comments