October 30, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Tre persone sono state raggiunge da una ordinanza di custodia cautelare in carcere perchè ritenute responsabili della rapina al portavalori avvenuta il 13 maggio 2020 a Cisternino (Brindisi), nei pressi dell’ufficio postale della località “Casalini”.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 10.30 odierne presso il Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi.

La rapina fu perpetrata da tre individui al furgone portavalori della “COSMOPOL”, in contrada Casalini, ha fruttato un bottino di 31.000€. I rapinatori travisati e armati con un fucile “Ak 47 – Kalashnikov” e una pistola mitragliatrice Skorpion hanno assaltato il furgone portavalori “Cosmopol” in procinto di effettuare un versamento di denaro presso il locale ufficio postale.

I rapinatori erano appostati nelle adiacenze a bordo di un “Fiat Doblò” asportato nello scorso mese di aprile in Locorotondo (BA); hanno atteso che uno dei due operatori di vigilanza scendesse dal mezzo blindato per intervenire e, dopo averlo immobilizzato a terra, lo hanno disarmato della propria pistola. Hanno fatto oggetto di ripetute raffiche di “Ak 47 – Kalashnikov” il furgone, costringendo l’autista dello stesso ad aprirne la portiera e a consegnare la sacca, contenente 31.000 euro in contanti, destinata al predetto ufficio postale.

Successivamente, sono fuggiti a bordo del citato “Fiat Doblò”, poi ritrovato a circa 6 km di distanza, in contrada Porcaro di Ostuni.

No Comments