January 25, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Riccardo Rossi, Sindaco di Brindisi, con un post su facebook, ha comunicato i dati Epidemiologici ricevuti dalla Prefettura relativi agli esiti dei tamponi sino al 31 ottobre.
Gli attuali positivi nella città di Brindisi sono 162 così suddivisi per classi di età:

Meno di 10 anni : 12
Da 11 a 20 anni: 10
Da 21 a 30 anni : 20
Da 31 a 40 anni : 24
Da 41 a 50 anni: 31
Da 51 a 60 anni : 29
Da 61 a 70 anni: 18
Da 71 a 80 anni: 16
Con più di 80 anni: 2

“Come potete vedere ben 66 positivi su 162 hanno meno di 40 anni” – ha commentato Rossi. “Occorre quindi cautela e responsabilità da parte di tutte e tutti in particolare dei più giovani che per lavoro e svago hanno più contatti interpersonali. Rispettiamo le regole: Mascherina e Distanziamento“.

Rossi ha poi comunicato che nel pomeriggio di oggi un dipendente comunale è stato riscontrato positivo al Covid-19 e che nelle prossime ore saranno valutate eventuali chiusure di alcuni uffici.

 

Anche Guglielmo Cavallo, Sindaco di Ostuni, ha comunicato i dati giunti dalla Asl per tramite della Prefettura: ad Ostuni risultano 66 cittadini positivi al Covid-19.
Di questi:
3 hanno meno di 10 anni
14 da 10 a 20 anni
6 da 20 a 30 anni
22 da 30 a 50 anni
17 da 50 a 70 anni
4 più di 80 anni.

Per Cavallo: “I dati ci dicono che il virus circola ed è presente in tutte le fasce d’età pertanto dobbiamo prestare attenzione e seguire tutte le regole che ci siamo dati.
È dovere di ciascuno di noi proteggere soprattutto le fasce più deboli: gli anziani e gli ammalati”.

 

Antonello Denuzzo, Sindaco di Francavilla Fontana ha comunicato che il numero dei concittadini attualmente risultano positivi è salito a 31, mentre quelli in isolamento fiduciario sono 37.

Questo il suo commento: “Fate attenzione: chi si ostina a ignorare gli appelli alla responsabilità individuale non mostra rispetto soprattutto nei confronti di quanti sono obbligati a spegnere le insegne delle proprie attività alle 18.00 e di quanti non possono andare a scuola, in conseguenza di una decisione complicatissima che ha impattato sulla vita di bambini e ragazzi, ma anche delle famiglie costrette a fare i conti con nuove esigenze di organizzazione delle proprie giornate.

Nel momento storico che stiamo attraversando non ci sono soluzioni semplici per gli amministratori pubblici e quando saremo fuori pericolo potremo discutere di quali errori strategici siano stati commessi nella lotta contro il virus.

Ma ora occorre comportarsi come una comunità e difendere la nostra salute e quella dei nostri familiari, amici, concittadini.”

Il sindaco di Mesagne, Antonio Matarrelli, scrive su facebook:
“Oggi sono 5 i nuovi casi di mesagnesi risultati positivi al Covid. Con i casi registrati nei giorni scorsi, salgono ad 11 le persone in questo momento positive, una di queste è ricoverata in ospedale. Difficile tracciare i luoghi o i contatti che possano indicare l’occasione di contagio: il virus sta cominciando a diffondersi in maniera importante.

Continuiamo a fare la nostra parte col massimo scrupolo, nel rispetto di tutte le regole e misure utili a contrastare la diffusione del Coronavirus: uso delle mascherine di protezione, distanziamento interpersonale di almeno un metro, igiene frequente delle mani prima di tutto”.

Angelo Palmisano, Sindaco di Ceglie Messapica, ha reso noto che al 1° novembre 2020 sono 18 i cittadini risultati positivi al Covid-19.

Dai dati che ci sono giunti dalla Asl, per il tramite della Prefettura, è possibile evidenziare che un cittadino risulta fuori sede e due sono positivi di lungo termine.

I casi positivi sono così suddivisi per età:
2 sono sotto i 10 anni;
3 nella fascia 10-18 anni;
6 fra i 30 e i 50 anni;
4 hanno fra i 79 e i 95 anni;

6 cittadini prevalentemente appartenenti agli stessi nuclei famigliari sono in isolamento fiduciario.

Anche se la situazione appare contenuta nei numeri non bisogna abbassare la guardia. Ciò deve portarci a prestare ancora più attenzione e ad osservare tutti i comportamenti utili ad arginare la diffusione del virus (uso della mascherina, distanziamento sociale, igienizzazione frequente delle mani).
A chi oggi è in regime di isolamento fiduciario o ha attivato sistemi di tracciamento presso laboratori privati raccomando di prestare ancora più attenzione e di rispettare rigorosamente la quarantena per tutelare se stessi ma soprattutto i propri congiunti.
Il momento che stiamo vivendo, e che ci apprestiamo ad affrontare, non sarà semplice, per cui faccio appello ad un rigoroso senso di responsabilità e ad un tassativo rispetto delle regole da parte di tutti.

Il sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, comunica quanto segue:

«Nella giornata di oggi ci sono stati comunicati dalle autorità sanitarie nuovi contagi da Covid-19 nel territorio comunale, che portano a 38 il numero totale degli attualmente positivi.
Inoltre, vanno registrati 25 nostri concittadini in isolamento fiduciario in attesa dell’esito del tampone.
Le nuove restrizioni ci preoccupano, soprattutto per le conseguenze che potranno avere sulle attività produttive. A questo proposito comunichiamo la proroga fino al 31 dicembre dell’esenzione TOSAP per l’occupazione di suolo pubblico: L’Amministrazione comunale continuerà a promuovere ogni iniziativa utile, nel rispetto del quadro normativo vigente, a fornire sostegno alle attività produttive locali; ringrazio gli esercenti per la consueta collaborazione e il senso di responsabilità manifestati.
Esorto la comunità fasanese a rispettare sempre le tre regole fondamentali: usare la mascherina, rispettare il distanziamento fisico, igienizzare le mani.
Di fronte a questi numeri è nostro dovere imprescindibile continuare ad essere compatti nell’osservare le regole di prevenzione del contagio. Rispettare le norme ci consentirà di proteggere le persone più fragili e superare questo delicato momento».

No Comments