July 14, 2024

Brundisium.net

Non c’è pace a Palazzo di Città. Stamattina, nonostante gli impegni derivanti dall’organizzazione del G7, i capigruppo di maggioranza hanno chiesto al sindaco Giuseppe Marchionna un azzeramento della giunta comunale.

L’iniziativa, promossa principalmente da Fratelli d’Italia e Forza Italia, avrebbe trovato delle perplessità tra Moderati e Repubblicani i quali, pur essendo favorevoli ad alcuni avvicendamenti assessorili, preferirebbero anteporre un ragionamento sui contenuti e sullo slancio da dare ad un’amministrazione che evidentemente non ha ancora trovato il passo giusto.

Il sindaco Marchionna non è contrario a qualche sostituzione su indicazione dei partiti, ma ha espresso il suo dissenso verso un azzeramento completo dell’esecutivo. Una posizione che evidenzia un equilibrio delicato tra la necessità di rinnovare la giunta per soddisfare i consiglieri insoddisfatti ed il desiderio di mantenere una certa stabilità amministrativa che possa traguardare gli impegni importanti attesi nei prossimi mesi: uno su tutti, la questione del salvataggio della BMS.

Chi ha richiesto l’azzeramento vorrebbe che il cambiamento avvenisse prima del voto in consiglio comunale sul futuro della Brindisi Multiservizi, un tema cruciale per l’amministrazione comunale.
La pressione sui tempi e le difficoltà palesate dal rischio di andare incontro ad un danno erariale, rendono la situazione ancora più complessa e tesa, lasciando forti dubbi che i conflitti interni alla maggioranza possano risolversi attraverso scelte che possano regalare stabilità a Marchionna e i suoi.

La risposta del sindaco e l’evoluzione delle prossime ore saranno determinanti per il prosieguo della consiliatura.

No Comments