June 20, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

“Questa mattina, a nome del Comune di San Vito dei Normanni, assieme al Presidente dell’associazione “Il bene che ti voglio”, Alessandro Cazzato e al Presidente di Confesercenti, Michele Piccirillo, ho firmato un Protocollo d’intesa.

Il mio impegno come prima cittadina e come docente è quello di battermi per la difesa dei diritti di questi bambini e di tutti quelli affetti da questa diagnosi e che siano garantiti a essi e alle loro famiglie l’accesso ai servizi.

Non nascondo che San Vito, avendo un ruolo nell’ambito di zona, ha sempre attenzionato la tematica e la speranza è quella che sul territorio nasca un’esperienza di riferimento.

Come diventeremo, allora, una “città smart blu”?
Attraverso un gesto di cortesia! Facendo superare la coda, presso le attività commerciali aderenti, a chi ha a casa un bambino o famigliare autistico che non permette tempi di pazienza e/o attesa lunghi.

Ho ascoltato con grande attenzione ed emozione anche la storia di Stefania, vice-presidente di “Il bene che ti voglio” e mamma di Antonio che ogni giorno vive con la paura di dover affrontare qualcosa di ignoto, in continua mutazione. Il suo auspicio è quello che l’autismo non sia una mera situazione da chiudere a chiave dietro una porta ma che se ne parli e si trovino soluzioni con le Istituzioni e con il personale sanitario.

Colgo, allora, questo grido di aiuto e l’appello di Cazzato ad abbattere le barriere sociali e culturali.
San Vito dei Normanni “Cittá smart in blu” è solo l’inizio di un cammino che faremo assieme alla comunità sanvitese”.

All’incontro odierno erano presenti anche gli assessori Alessandra Pennella e Luigi Ruggiero, i consiglieri comunali Anna Rita Zito, Domenico Vacca e Maila Cavaliere (quest’ultima, quale Presidente della Terza Commissione, tratterà la tematica in seno alla commissione) e il sindaco dei ragazzi Giovanni Epifani.


Dichiarazione del sindaco Silvana Errico

No Comments