April 18, 2024

Brundisium.net

Io credo che ogni uomo abbia due patrie; una è la sua personale, più vicina, e l’altra è l’Italia”, ha  detto Henryk Sienkiewicz, Premio Nobel per la letteratura nel 1905, identificando un diffuso senso di appartenenza universale: il nostro è il Paese di tutti. Inglesi, tedeschi, francesi, americani (e non solo loro) visitano l’Italia e la fanno propria, chi venendo a conoscerla, chi una volta conosciuta decidendo di stabilirvisi o di comprarsi una casa.

Perché se tutto il mondo è Paese, come si dice, alla fine tutti i Paesi sono l’Italia.

Lo dicono anche i numeri eccezionali raggiunti dal settore turistico nel 2017, con quasi il 50% di arrivi di stranieri con un incremento del 3% rispetto all’anno scorso, mentre rispetto a 20 anni fa si è passati dal 35% a circa il 50%.

 

Ma i veri “proprietari” di questo straordinario Paese siamo noi e non dobbiamo dimenticarcelo.

Per questo il FAI – Fondo Ambiente Italiano chiama a raccolta tutti gli italiani che hanno questa consapevolezza che significa soprattutto una cosa: l’Italia ci appartiene, noi tutti possiamo fare qualcosa per renderla migliore. E possiamo farlo insieme.

 

A ottobre torna “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, la campagna nazionale di raccolta fondi del Fondo Ambiente Italiano, che punta ad allargare la grande famiglia della Fondazione.

Un mese per prendersi cura di ciò che ci unisce, perché l’Italia è il nostro patrimonio comune. Ecco perché, eccezionalmente fino al 31 ottobre e su www.fondoambiente.it, sarà possibile iscriversi con una speciale quota per i nuovi iscritti di 29 euro anziché di 39.

 

Per accogliere sempre più cittadini innamorati del nostro patrimonio e alla ricerca di occasioni per vivere un tempo libero di qualità, concentrato sulle sorprese che la cultura è in grado di riservare.

 

Durante la campagna, il FAI scende in piazza con i suoi giovani volontari per la Giornata FAI d’Autunno che si terrà domenica 15 ottobre in cui i protagonisti del futuro del FAI proporranno 170 itinerari tematici da percorrere liberamente, coinvolgendo oltre 600 luoghi d’interesse artistico, paesaggistico e sociale con visite a contributo libero per scoprire e vivere scenari familiari ma poco conosciuti con lo sguardo entusiasta dei giovani del FAI. Un appuntamento per “riconoscere” le proprie città attraverso percorsi originali e scoprirne luoghi del sapere, delle attività artigianali, della musica.

_________________________________

 

La Delegazione di Brindisi propone un itinerario tra Fasano e Oria.

 

A Fasano sarà possibile visitare una azienda storica del territorio, la Adriatica Legnami che ha cominciato la propria attività nel 1945 e oggi produce calce e materiali da costruzione tra i più innovativi.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Fasano e sarà condotta con la partecipazione di Madeinterra, una giovane società, attenta al benessere dell’uomo e alla tutela dell’ambiente che terrà una dimostrazione per i più piccoli con LECOSTRUZIONI, un gioco creativo e divertente per realizzare mattoncini in terra cruda e creare le proprie costruzioni.

 

Le visite saranno curate dagli Apprendisti Ciceroni® dell’I.I.S.S. Leonardo da Vinci di Fasano dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 

A Oria, gli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Classico “V. Lilla” di Francavilla Fontana accompagneranno i visitatori alla scoperta del quartiere ebraico e del centro storico con la possibilità di legare l’itinerario alla Cripta di San Barsanofio, attualmente accessibile dalla Chiesa di San Francesco di Paola del XVI secolo. Oria è uno straordinario esempio di “ponte tra culture” e la narrazione del centro storico riesce ad esprimere questa convivenza tra culto e civiltà.

 

La visita avrà orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con partenza da Piazza Shabbatai Donnolo.

No Comments