April 17, 2024

Brundisium.net

Stiamo vivendo una “epidemia sociosanitaria” in espansione, per lo più silenziosa, che colpisce l’essenza della nostra umanità: in Puglia, circa una persona su tre oltre i 65 anni muore per una demenza o malattie del sistema nervoso. La rete dei servizi di cura esistenti non è in grado di rispondere a questa domanda di assistenza e se ne fanno carico principalmente i familiari ed i caregivers (soprattutto le badanti in casa).

Di fronte a una questione sociale di tali dimensioni, non bastano gli interventi sanitari e nemmeno quelli sociali: occorre che le persone con demenza possano vivere in comunità che siano loro amiche.

Impegnandoci a realizzare, anche ad Ostuni, una comunità che includa in relazioni amicali le persone con demenza, quando un nostro congiunto, nonno o genitore, perde la memoria o l’orientamento nel tempo e nello spazio, manifesta alterazioni del comportamento, arriva perfino a non riconoscerci più, non tutto sarà perduto. Resterà la persona con la sua dignità intrinseca e, se verrà sostenuta presto e nel modo migliore, potrà ancora godere della vita e continuare a regalarci la sua preziosa presenza.

Per discutere assieme di tale obiettivo, il Centro Diurno “San Francesco di Paola”, sito in Ostuni in via Giosuè Pinto 52 e gestito dalla cooperativa OSA, invita la cittadinanza a partecipare all’incontro che si terrà nei suoi locali venerdì 29 settembre a partire dalle ore 16.30 secondo il programma allegato.

 

Dott.ssa Liliana Cirasino Direttore sanitario del Centro Diurno Psichiatra,
Dottor Francesco Colizzi  medico specialista del Centro Diurno

 

COMUNICATO-STAMPA DEL CENTRO DIURNO “SAN FRANCESCO DI PAOLA”

 

No Comments