October 20, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

La costante diminuzione di contagi e l’allentamento della pressione sugli ospedali ha determinato le condizioni per una graduale ma costante riapertura del paese. Allo stato attuale, pertanto, si registra un “via libera”, reso ancora più tale dalla cancellazione del coprifuoco.

Le piazze delle nostre città pullulano di locali in cui si registrano sistematicamente assembramenti e dove c’è un gran consumo di alcol. Il tutto, senza alcuna forma di controllo.

Proprio per questo, appare ancora più incomprensibile la decisione di continuare a tenere chiuse le discoteche e cioè l’unico luogo in cui i giovani possono divertirsi in totale sicurezza.

Del resto, proprio noi del SILB/FIPE (Associazione Italiana Imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo – Confcommercio) abbiamo fatto delle proposte concrete al Governo, suggerendo la riapertura in sicurezza con il green pass. Ad oggi, però, continuiamo a non essere ascoltati.

La conseguenza è che anche in provincia di Brindisi andiamo incontro ad un’estate fatta di feste e di assembramenti fuori controllo.

Parte da Brindisi e dalla Puglia, pertanto, l’ennesimo appello al Governo affinché si risolva un problema che oggi penalizza proprio chi, come noi gestori di locali da ballo e discoteche, offre un contributo in termini di rispetto della legalità e di salvaguardia della salute dei nostri giovani.

 

 

Massimo Roger Greco – Presidente Silb/Fipe – Confcommercio Brindisi

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com