February 21, 2024

Brundisium.net

“È stata approvata oggi dal Consiglio regionale, in via definitiva, la proposta di legge recante “Disposizioni per la valorizzazione, promozione e diffusione della Street Art”, sottoscritta da me e dal collega Sabino Zinni.
Sono molto soddisfatto, anche perché si tratta del primo organico intervento normativo in Italia, agile ed essenziale, incentrato sul sostegno a questa forma di arte urbana e collettiva, che ha rappresentato e rappresenta l’innesco per attivare energie vitali e positive, soprattutto dei più giovani, con un interesse crescente da parte di un pubblico sempre più vasto, soprattutto se elaborate ed accompagnate da processi di partecipazione e di coinvolgimento dal basso.

Nello specifico, la legge:
– individua le azioni di sostegno della Regione, con la previsione di contributi da assegnare attraverso specifici avvisi da adottarsi annualmente, a favore di Enti pubblici che promuovano iniziative di realizzazione, valorizzazione e diffusione della “Street Art”, riservando particolare attenzione alle amministrazioni pubbliche che sapranno avviare percorsi partecipativi nella individuazione degli interventi da realizzare o che assicureranno una elevata qualità delle proposte in termini di valenza sociale e artistica del messaggio veicolato dall’opera da realizzare;
– prevede che i Comuni redigano un elenco degli spazi, pubblici o privati, disponibili nel proprio territorio al fine di destinarli a interventi di Street Art;
– dispone che la Regione proceda periodicamente alla ricognizione e al censimento degli interventi di Street Art realizzati in tutta la Puglia al fine di diffonderne la conoscenza attraverso i portali web regionali, in particolare quello dedicato alla Carta dei Beni Culturali della Puglia, www.cartapulia.it, il sistema informativo territoriale che consente di leggere e rappresentare la complessità del patrimonio culturale regionale;
– stabilisce che la Regione istituisca un premio annuale “Best Street ArtWork” attribuito alle migliori opere di Street Art realizzate nel territorio pugliese.

Questa legge, peraltro, si inserisce perfettamente nel solco della strategia regionale già in corso, da un anno e mezzo almeno, sul sostegno e sulla diffusione della Street Art e punta a renderla strutturale.
Già nell’estate scorsa, ricordo, la Regione Puglia avviò una misura sperimentale e innovativa sulla street art, invitando, con un’apposita Call, le amministrazioni pubbliche del territorio pugliese a presentare manifestazioni di interesse proponendo spazi nella loro disponibilità dove poter realizzare interventi di arte urbana. In questo modo si dava attuazione ad una misura che avevo inserito nella legge collegata al bilancio regionale del 2019 (con uno stanziamento di 450mila euro in tre anni).
L’iniziativa ebbe un grande riscontro: alla Call risposero 91 pubbliche amministrazioni tra comuni, province, scuole e università. Tra tutte le domande, furono individuati i primi 11 interventi, quelli “immediatamente cantierabili”, poi effettivamente realizzati con le risorse del bilancio autonomo regionale a disposizione (150mila euro).
Pochissimi giorni fa il Governo regionale ha stanziato ulteriori risorse per circa 3,6 milioni di euro per avviare una procedura negoziale con tutti gli Enti che avevano manifestato interesse e che nelle prossime settimane saranno chiamati a formulare una proposta progettuale che contempli, in maniera integrata, la realizzazione di un’opera di Street Art e attività di laboratorio/fruizione di un bene o luogo di cultura.

Si tratta, dunque, di una strategia che – per impostazione, partecipazione, entità delle risorse – pone la Puglia all’avanguardia nel panorama nazionale sul tema dell’arte urbana. A nessun livello si rinvengono, infatti, precedenti analoghi ad una iniziativa così organica e diffusa, come quella pugliese, finalizzata alla promozione e al sostegno di forme artistiche ed espressive che si sono rivelate capaci di determinare significativi impatti – sociali, culturali, artistici, urbani e anche turistici – nei territori e anche di contribuire a rigenerare luoghi e beni pubblici.
Su questa traccia, peraltro, sta operando anche il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, che di recente ha avviato uno specifico programma finalizzato ad alla prima ricognizione, nel territorio nazionale, delle opere di Street Art, Muralismo e Graffiti.
La Puglia è dunque pronta e anche sull’Arte Urbana è all’avanguardia”.

 

 

/comunicato consigliere regionale Enzo Colonna

No Comments