February 28, 2024

Brundisium.net

ATLETICO PUTIGNANO – MENS SANA MESAGNE = 68-62

Atletico Putignano: L’Oliva, Annese, Liaci 13, Moschettini 2, Ventrella 3, Meuli 21, Teofilo 11, Calò 7, Buffa, Brunetti 13, Riotino. Allenatore: D. Gonnella.

Mens Sana Mesagne: Rollo 14, Ciccarese 17, Piliego 14, Zofra, Campana, Panico 6, Malvindi 2, De Vincentis 2, Colucci 3, Rizzo 4, Piliego 14. Allenatore: Fabio Mellone.

Parziali: 24-19 17-15 17-16 12-12

Arbitri: Desposati e Narracci.

 

Ancora fumata nera per la Mens Sana Mesagne alla ricerca della prima vittoria in questo campionato. Anche a Putignano Ciccarese e compagni hanno lottato fino alla fine, senza portare i due punti a casa. I biancoverdi si presentano senza il capitano Potì e coach Mellone manda in campo Rollo, Malvindi, Colucci, Panico e Ciccarese, mentre coach Gonnella per i padroni di casa schiera Liaci, Meuli, Teofilo, Calò e Brunetti. L’inizio della gara è in sostanziale equilibrio, Brunertti e Teofilo da una parte e Ciccarese e Rollo dall’atra rispondono colpo su colpo. Poi l’Atletico effettua il primo allungo, un parziale di 12-1 (21-9) frutto delle triple consecutive di Liaci (due), Ventrella e Teofilo mentre i mensanini fermi sulle gambe subiscono passivamente gli arrembaggi neroarancio. Rollo e Panico tentano di ricucire lo strappo e il primo quarto termina 24-19. Anche il secondo periodo viaggia sulla falsariga del primo, il Putignano sempre a condurre e i mensanini ad inseguire. Il temuto Teofilo scompare dalla scena, ma Meuli e Brunetti riescono a realizzare con regolarità. Piliego scrive a referto subito cinque punti, mentre Colucci realizza l’unico canestro dell’incontro riportando il Mesagne a sole due lunghezze di ritardo (35-33) e con un solo minuto da giocare. Poi Moschettini, Calò e Brunetti riallungano e al riposo lungo l’Atletico Putignano rimane in vantaggio 41-34. Al rientro in campo sono sempre i padroni di casa a guidare l’incontro. Calò e Meuli finalizzano gli attacchi del Putignano, mentre Teofilo realizza solo dalla linea del tiro libero. Il Mesagne continua a buttare palloni al vento (saranno 14 palle perse a fine gara), ma resta in partita grazie ai tiri liberi che riesce a procurarsi, la tripla di Ciccarese, 3/5 per lui dalla lunga distanza, chiude il terzo quarto con Putignano in vantaggio 58-50. L’ultimo quarto è nelle mani di Meuli della formazione barese che realizza con regolarità. La Mens Sana produce il massimo sforzo con Ciccarese avvicinandosi a -6 (63-57) a quattro minuti dalla fine, ma non riesce a completare la rimonta. Vince meritatamente l’Atletico sul gommato di Putignano con Meuli il migliore tra i suoi. La Mens Sana deve recriminare ancora su pesanti distrazioni nel corso dell’incontro e il periodo negativo di alcuni suoi giocatori. Intanto la classifica si allunga e sabato prossimo arriva la corazzata Assi Brindisi, dichiarata candidata alla promozione finale per una gara da missione impossibile.

A.S.D. MENS SANA MESAGNE

No Comments