June 18, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Nella prima mattinata di ieri, intorno alle 09.30, una pattuglia della Polizia Stradale di Brindisi, impegnata in attività di vigilanza stradale, sulla SS.613 al Km16+500 all’altezza dello svincolo per Torchiarolo, fermava, per un normale controllo, un autocarro attrezzato al trasporto di animali vivi diretto a Lecce.

Appena gli operatori si sono avvicinati al veicolo, hanno sentito dei forti rumori provenire dall’interno del vano di carico e una volta aperto sono apparse subito chiare le pessime condizioni in cui versavano gli undici capi di bestiame, otto cavalli e tre puledri, che in forte stato di agitazione scalciavano contro le sponde dell’autocarro.

Gli animali, di proprietà del conducente P.C. di anni 41 originario della provincia di Salerno, diretti ad una fiera di bestiame in provincia di Lecce, si presentavano sistemati su un unico livello, ammassati l’uno sull’altro, privi dei previsti stalli di separazione che consentissero il libero movimento, inoltre il pianale si presentava sporco e in pessime condizioni igieniche e gli oblo laterali chiusi non garantivano il giusto riciclo d’aria.

La pattuglia, accertata la tipologia del trasporto e la mancanza di documentazione attestante la reale provenienza del bestiame, faceva intervenire sul posto i medici veterinari dell’ASL di Brindisi, che date le modalità di trasporto e le condizioni igienico-sanitarie riscontrate decidevano di trasferire gli equini in luogo idoneo al fine di prestare le prime cure ed esperire gli accertamenti necessari all’identificazione.

Agli operatori poi il compito di procedere alla verbalizzazione che per il caso di specie ha previsto sanzioni per un complessivo di euro 3.500 per riscontrate violazioni alla normativa sul trasporto di animali vivi di cui al dlg. 151/2007 e d.P.R. 320/54.
Il personale medico veterinario ASL, in attesa di ulteriori determinazioni, disponeva il fermo sanitario del bestiame.

No Comments