September 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Torna il campionato e torna anche la vittoria per l’Acqua & Sapone Junior Fasano, che in una gremita palestra Zizzi ha sconfitto ieri il Fondi per 27-24 nel recupero della 5^ giornata di campionato. Avvio dell’incontro favorevole ai padroni di casa, tra i quali faceva il suo esordio Marko Knezevic, che dopo 14’ giungevano sul +4 (9-5), ma il vantaggio veniva in seguito neutralizzato dalla combattiva compagine capitanata dall’ex Leal, con gli ospiti che al 20’ firmavano la rete del 10-10. Nel finale della prima frazione Demis Radovcic e compagni riuscivano però a ricondurre l’inerzia della gara dalla parte dei campioni d’Italia in carica, che rientravano al 30’ negli spogliatoi in vantaggio per 14-12. L’andamento della sfida, intensa, divertente ed equilibrata, procedeva in maniera analoga nella ripresa, con la formazione allenata da Francesco Ancona che, trascinata dalle parate di Fovio e dalle buone giocate dei giovani Davide Pugliese, Umberto Notarangelo e Davide Notarangelo (anch’egli esordiente ieri sera), a 10’ dal termine si riportava sul +4 (23-19). A dare il colpo di grazia al mai domo Fondi ci pensavano nei secondi finali del match le reti di Filippo Angiolini e Flavio Messina, con la partita che si concludeva sul 27-24. Prossimo impegno in campionato per l’Acqua & Sapone Junior Fasano previsto per l’11 novembre, quando nella palestra Zizzi scenderà in campo il Cingoli, mentre sarà recuperata il 15 novembre la trasferta di Siena valida per la 6^ giornata. Appuntamento con la Youth League nel week-end invece per la formazione Under 21, che sarà impegnata dal 2 al 4 novembre a Benevento dove affronterà i padroni di casa, il Flavioni Civitavecchia ed il Conversano.

“È stata la partita che mi aspettavo – dichiara il tecnico biancazzurro Francesco Ancona – Non siamo ancora al meglio visto che la squadra si è riunita insieme la prima volta lunedì, dopo gli impegni che tra Nazionale Senior, Under 19 e Beach Handball hanno coinvolto quattro nostri atleti tenendoli fuori. L’importante era vincere, il bel gioco arriverà, ed ora abbiamo 10 giorni per preparare la fase calda della stagione che ci porterà fino alla Supercoppa del 23 dicembre. Ho avuto comunque già segnali importanti: una panchina lunga che finalmente si inizia a vedere, formata da giovani che stanno dimostrando di meritare il campo con una certa continuità”.

No Comments