September 18, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagna di Brindisi hanno tratto in arresto, per tentato furto aggravato, Francesco Abruzzi, 42enne del luogo. Lo stesso, in possesso di un nutrito curriculum criminale, per reati contro la persona e il patrimonio, nel tardo pomeriggio di ieri, su segnalazione di un cittadino, è stato trovato riverso sulle scale al terzo piano del condominio di piazza Cairoli 5, con vari traumi su tutto il corpo da probabile caduta.

Il personale del 118 intervenuto ha provveduto ad accompagnarlo al pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi.

Dagli accertamenti esperiti per la ricostruzione dell’evento, i militari hanno rilevato il danneggiamento del lucchetto di chiusura della porta di accesso al lastrico solare del condominio rinvenendo nelle adiacenze diversi grimaldelli ed arnesi da scasso, e il danneggiamento di 2 metri di rete metallica, posta a protezione di un pozzo-luce, divelta per praticare un passaggio per i piani inferiori.

Dall’analisi delle immagini dell’impianto di videosorveglianza presente, si è accertato che l’uomo una volta entrato dal portone principale del condominio, ha raggiunto il lastrico solare con l’ascensore e forzata la porta di accesso del terrazzo, ha divelto la rete metallica attraverso la quale a mezzo di una fune si è calato al piano inferiore, al fine di perpetrare il furto nella sede della Confederazione Italiana Agricoltori (C.I.A.).

Non è riuscito nel suo intento probabilmente a causa della fitta pioggia ed è pertanto scivolato cadendo sul terrazzino tra il terzo e il secondo piano, procurandosi una frattura al bacino.
Da qui è rientrato nel vano scale del condominio rompendo il vetro della porta ivi presente, nel maldestro tentativo di sviare le indagini simulando una caduta accidentale dai gradini delle scale, procurandosi nella circostanza anche ferite da taglio su entrambe le mani e le braccia.
Gli arnesi da scasso rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro.

 

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, Abruzzi è stato dichiarato in arresto sottoposto al regime di arresti domiciliari presso l’ospedale Perrino.

No Comments