June 29, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Massimiliano Oggiano e Cesare Mevoli, rispettivamente Capogruppo FdI Consiglio Comunale e Commissario cittadino FdI: “La pantomima teatrale tra il sindaco Rossi, la sua maggioranza sinistra (PD e BBC in testa) e il Movimento 5 Stelle ha avuto il suo naturale epilogo: con la nomina del consigliere Paolo Legrazie del Movimento 5 Stelle all’interno del consiglio di amministrazione del Consorzio per la gestione dei servizi sociali dell’ambito Brindisi San Vito di fatto il Movimento 5 Stelle entra nella maggioranza del sindaco Rossi.
Non passerà inosservato ai brindisini il fatto che dopo quattro anni di opposizione (a questo punto di facciata) al sindaco Rossi, al PD e a BBC, evidentemente la coerenza e la dignità politica sono state sacrificate sull’altare di una poltrona per la gestione del potere fine a se stesso.
Ormai il Movimento 5 stelle ci ha preso gusto a queste giravolte con salto carpiato: hanno iniziato a livello nazionale (prima al governo con la Lega, poi con l’odiato PD, poi con gli odiati PD, Renzi e Forza Italia), poi regionale entrando in maggioranza con Emiliano ed ora anche a livello locale con Rossi!
Furbescamente il Sindaco Rossi pur di mantenersi a galla e provare a risalire un gradimento tra i più bassi d’Italia sacrifica le proprie precedenti convinzioni con accordi politici frutto del baratto e del mercimonio delle istituzioni nel più classico sistema da prima e seconda repubblica che a parole ha detto di combattere ma che nei fatti ha mutuato nei comportamenti, diventandone parte integrante insieme al Movimento 5 stelle.
Vogliamo ancora sperare che tutto sia un equivoco, o frutto di prese di posizione personali, e non di partito.
Pertanto, e se ci sbagliamo siamo pronti a chiedere scusa, se questa poltrona è frutto di un accordo personale tra il consigliere Legrazie ed il sindaco Rossi, ci aspettiamo che il Movimento 5 Stelle, attraverso i suoi organi consiliari e di partito, sia conseguenziale e prenda le distanze da quanto avvenuto.
Se così non dovesse essere, aggiungeremo al già lungo elenco un’altra brutta figura di certa politica, distante dai cittadini e volta esclusivamente all’interesse personale dei singoli”.

 

Gianluca Serra e Tiziana Motolese, consiglieri M5S al Comune di Brindisi: “apprendiamo dalla stampa dell’ingresso del consigliere Le Grazie nel consiglio di amministrazione del Consorzio dei Servizi Sociali. Si tratta di una scelta personale dello stesso, decisa in totale autonomia e non condivisa col gruppo consiliare. Un modus operandi che non ci stupisce affatto perché è lo stesso utilizzato nell’assunzione della presidenza della commissione Servizi Sociali e nella sua gestione.
È del tutto evidente che Le Grazie da tempo gestisce autonomamente le proprie scelte politiche.
Al fine di evitare puerili strumentalizzazioni ribadiamo per l’ennesima volta che i sottoscritti restano distanti dall’amministrazione Rossi su molti temi, sulle modalità di gestione della cosa pubblica, sulle dinamiche che guidano i processi decisionali e sulle pratiche di spartizione degli incarichi.
Restiamo fermamente convinti che per noi entrare in maggioranza rappresenterebbe un tradimento del mandato degli elettori, e ciò sia per coerenza che soprattutto per convinzione che la visione dell’attuale maggioranza sia su molti punti inconciliabile con la nostra, oltre che deleteria per il futuro della città”.

 

Il deputato M5S Giovanni Luca Aresta, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “la decisione di nominare Paolo Antonio Le Grazie, Presidente della commissione Servizi Sociali e Consigliere comunale M5S di Brindisi, nel Consorzio dei Servizi Sociali non ha alcuna implicazione sulla collocazione politica del M5S rispetto alla giunta Rossi. Si tratta infatti di una positiva iniziativa istituzionale che accresce il pluralismo democratico dentro questo importante Consorzio che è presieduto dal Sindaco di San Vito dei Normanni Silvana Errico (centrodestra), dal vicepresidente Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi (centrosinistra) e che da oggi si avvale delle capacità d’indirizzo e controllo del Presidente della Commissione consiliare preposta a questo compito, il Consigliere Le Grazie (M5S).  

Tale scelta non comporta appunto un cambio dell’attuale collocazione politica del M5S in seno al consiglio comunale di Brindisi, seppur rappresenta un segnale di apertura e di fiducia finora mai avuto in un ambito fondamentale come quello sociale. Al contempo rafforza il ruolo del consiglio comunale di Brindisi in un Consorzio destinato a diventare un centro di spesa per diversi milioni di euro stanziati per il piano di zona dell’ambito sociale dei comuni di Brindisi e San Vito dei Normanni.

Sono certo che il gruppo consiliare del M5S al Comune di Brindisi saprà discutere e approfondire al proprio interno la strategia migliore da esercitare in ogni sede istituzionale per il bene della nostra comunità, con l’obiettivo di garantire la più alta vigilanza e trasparenza degli atti di spesa e per indirizzare politicamente le scelte del Consorzio verso il sostegno ai soggetti socialmente più fragili e che di più hanno bisogno di tutele. Mi auguro inoltre che l’importante collocazione del Consigliere Le Grazie contribuisca a rafforzare il collegamento diretto del territorio con l’Assessore regionale al Welfare Rosa Barone”.

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com