May 30, 2024

Brundisium.net

«Si è sempre pensato che le periferie di una città stiano ai margini. Ciò che sta di contorno, che quindi non è centrale né essenziale. Spesso le città sono governate come se finissero nel loro centro storico, come se tutte le funzioni fossero concentrate lì. Il risultato di queste politiche sono periferie degradate, scucite dal resto della città, spesso terreno fertile per rischio e disagio.

Abbiamo più volte detto che la nostra idea di città parte proprio dalle periferie, che vogliamo avvicinare al centro in termini di presenza dell’istituzione e offerta di servizi.

Ciò che l’architetto Renzo Piano chiama il “rammendo” delle periferie, tutte quelle azioni che occorre progettare e mettere in campo per ricucire e rigenerare i quartieri. Le periferie stanno al centro della nostra formula».

 

È il pensiero di Nando Marino, candidato sindaco di Brindisi per la coalizione di centrosinistra, a proposito delle periferie e della priorità che le stesse rappresentano per il suo programma. «Il decreto di Renzi che mette a disposizione 500 milioni per progetti di recupero sociale e urbano delle periferie – continua Nando Marino – è un assist che non possiamo farci sfuggire.

Il bando è indirizzato alle sole città metropolitane e capoluogo di provincia. Riqualificare i quartieri è un fatto culturale, ma anche di sicurezza. E per dare più sicurezza alla città occorre ripulirla dal degrado e creare occasioni di vita comunitaria. Candideremo al bando le nostre idee.

Il documento ammette a contributo anche iniziative di miglioramento del decoro, progetti di manutenzione e riuso degli edifici pubblici esistenti, e ancora per lo sviluppo della mobilità sostenibile, l’adeguamento di infrastrutture destinate a servizi sociali e culturali, educativi e didattici.

 

Insomma, quanto è già contenuto nel nostro programma, per cui saremo pronti a candidare le proposte di cui parliamo da tempo.

Dai presidi comunali, quali punti di primo contatto con l’Amministrazione, agli spazi per la cultura, gli spettacoli e lo svago, dal risanamento dello spazio pubblico alla videosorveglianza, dal verde alle aree per lo sport e il tempo libero: dobbiamo lavorare sulla dignità dei luoghi, è fondamentale. Un quartiere curato è un’opera di bellezza e di civiltà».

 

UFFICIO STAMPA NANDO MARINO

No Comments