February 24, 2024

Brundisium.net

Il Commissario Prefettizio, con delibera del 15/12/2017, ha disposto la revoca della deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 10/03/2017, con cui si dava avvio all’ulteriore “liberalizzazione” della Zona Artigianale.

 

La delibera revocata, perché in contrasto con la disciplina urbanistica di pianificazione in zona PIP (come già a marzo evidenziato dalle forze politiche di opposizione), venne allora salutata dal Sindaco e dalla sua maggioranza come un grande passo per lo sviluppo economico della Città.

 

Oggi, però, preso atto del provvedimento commissariale che fa sue le “perplessità” della Regione Puglia, rischiamo di dover fare i conti con la pioggia di ricorsi che molto probabilmente si abbatterà sul Comune di Francavilla Fontana.
Altro che sviluppo economico!

 

Molte società, infatti, facendo affidamento su quella delibera (oggi revocata), hanno ottenuto i permessi di costruire e investito risorse in quell’area (allo stato non ritenuta “idonea” per insediamenti diversi da quelli artigianali) ed è ipotizzabile che chiederanno un risarcimento per i danni subiti.
E il conto, ancora una volta, sarà pagato dai cittadini francavillesi.

 

 Segreteria politica
Partito della Rifondazione Comunista
Circolo di Francavilla Fontana

No Comments