June 17, 2024

Brundisium.net

BRINDISI (4-2-3-1): Saio; Valenti, Gorzelewsky, Bizzotto, Nicolao; Costa (6° s.t. Costa), Ceesay; Albertini (1° s.t. Ganz), Malaccari, Bunino (19° s.t. Moretti); Fall (27°s.t. Galano).

A disposizione: Albertazzi, Vona, Monti, Cancelli, Petrucci, Lombardi, Mazia, Bellucci, Moretti, Cappelletti, De Angelis, Golfo, De Feo, Galano, Ganz.

Allenatore: sig. Ciro Danucci.

JUVE STABIA (4-3-3): Thiam; Baldi, Bachini, Bellich, Mignanelli (33° s.t. Meli); Buglio (45° s.t. Maselli), Leone (1° s.t. Andreoni), Erradi (19° s.t. Guarracino) ; Romeo, Candellone, Piscopo (33° s.t. Folino).

A disposizione: Signorini, Esposito, La Rosa, Maselli, Bentivegna, Meli, Guarracino, Folino, Gerbo, D’Amore, Andreoni, Rovaglia, Picardi, Marranzino, Vimercati.

Allenatore: sig. Guido Pagliuca.

Angoli: 5-3

Ammoniti: 36° Candellone (J), 40° Albertini (B), 15° s.t. Piscopo (J), 25° s.t. Baldi (J)

Espulsi: 18° Romeo (J), 35° s.t. Galano (B).

Brindisi e Juve Stabia pareggiano 1-1 nel match valido per la settima giornata del campionato di Serie C.
In un rinnovato Fanuzzi, il Brindisi spreca la grande occasione di battere la capolista Juve Stabia al termine di una gara condizionata dall’espulsione di Romeo, subito dopo il vantaggio ospite.

Il primo tempo parte con un leggero predominio campano caratterizzato da una grande occasione al 15′ quando su angolo battuto dalla destra Bellich trova la deviazione ma anche La grandissima parata di Saio. Subito dopo Candellone viene atterrato in area di rigore e lo stesso trasforma per il vantaggio delle Vespe.
Dopo la realizzazione nasce un parapiglia che provoca l’espulsione di Romeo, colpevole di aver colpito un avversario.

In un 11 contro 10 il Brindisi prende le redini del gioco ma il dominio è sterile ed il primo tempo termina con il vantaggio campagno.

Mella ripresa i biancazzurri, guidati dagli oltre 5mila del Fanuzzi, attaccano con maggiore veemenza e trovano il pareggio con Valenti che in modo apparso casuale sfrutta un rimpallo sulla battuta di Fall e batte Thiam di testa.

La gara prosegue con il Brindisi alla ricerca del pareggio ma le azioni biancazzurre sono condotte con grande foga e poco raziocinio ed il risultato non cambia. Al 35′ Galano viene espulso per un tentativo di colpire Guarracino, riportando le due squadre in parità numerica.

Nel finale, il Brindisi ha l’occasione più ghiotta per vincere la partita, ma Ganz si fa parare un rigore da Thiam.

No Comments