September 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

7 spose per 7 fratelli (4)Dopo il grande successo del debutto romano arriva martedì 25 e mercoledì 26 marzo al «Nuovo Teatro Verdi» di Brindisi «Sette spose per sette fratelli» con Roberta Lanfranchi e Flavio Montrucchio, l’inedita coppia di protagonisti del nuovo musical firmato Massimo Romeo Piparo.

 

Per la programmazione del musical, la Fondazione propone la promozione «last minute» a 15 euro (tutti i settori) per chi acquista il biglietto il giorno stesso dello spettacolo (apertura botteghino: ore 11-13 e dalle 19.15) con disponibilità limitata (fino a esaurimento) di venti posti per serata.

 

Nel sessantesimo anniversario del celebre film, la «Peep Arrow Entertainment» porta in scena una delle commedie più divertenti e longeve del grande schermo, con uno straordinario cast di 25 cantanti-ballerini-acrobati per un perfetto evento teatrale che coinvolgerà ed entusiasmerà gli spettatori di tutte le età.

 

Roberta Lanfranchi, alla sua ennesima prova teatrale («Se il tempo fosse un gambero», «Cenerentola» e «Smetti di piangere Penelope!») è Milly, la dolce e inflessibile mogliettina di Adamo Pontipee, il rude e intrepido boscaiolo dal cuore tenero interpretato da Flavio Montrucchio («Grease» e «Aladin-il Musical»).

 

Una colonna sonora indimenticabile, Premio Oscar 1955, con le musiche del celebre film e le liriche in versione italiana – con quattro inediti – arrangiate e dirette dal maestro Emanuele Friello, la scenografia di Teresa Caruso con la magia del Far West e le incantevoli atmosfere country, le spettacolari coreografie di Roberto Croce, tornano a rivivere in uno spettacolo appassionante che Massimo Romeo Piparo («Jesus Christ Superstar», «My fair lady», «Il Vizietto – La Cage aux Folles», «The Full Monty», «Rinaldo in campo», «HairSpray… Grasso è bello!», «Smetti di piangere Penelope!», «Evita», «Tommy, «Cenerentola», «La febbre del sabato sera», «Lady day» e «Alta società») porta in scena con un ritmo travolgente e di grande impatto scenico.

Nel 1954 la «Metro Goldwyn Mayer» produce il film «Sette spose per sette fratelli» diretto da Stanley Donen; la magica fusione tra la sceneggiatura, le musiche e le straordinarie coreografie di Michael Kidd ne fecero uno dei musical più divertenti e longevi del grande schermo, un cult riproposto anche dalla tv ancora oggi con grandi ascolti. Le musiche di Adolph Deutsch e Saul Chaplin vinsero un Oscar e il film ottenne quattro nomination per il miglior film, la migliore sceneggiatura, la migliore fotografia e il miglior montaggio.

 

I sette fratelli Pontipee, rudi boscaioli, vivono isolati tra boschi e monti. Stanco della solitudine, il maggiore di loro, Adamo, vuole prendere moglie. Conquista Milly che però scopre presto di dover prendersi cura non solo del marito ma di altri sei rozzi uomini disordinati e rissosi. Come nella favola di Biancaneve trasforma la baita sporca dei boscaioli in una casa accogliente e insegna ai fratelli di Adamo l’arte del corteggiamento, cosicché anche loro possano conquistare una ragazza e sposarsi. Dopo mille vicissitudini, corteggiamenti, balli in paese, risse tra pretendenti, rapimenti di ragazze, valanghe in montagna e tanto altro, il lieto fine arriverà puntuale con sei nuovi matrimoni e una neonata…

 

7 spose per 7 fratelli (3)«Sette spose per sette fratelli sarà molto fedele all’originale – spiega il regista Massimo Romeo Piparo -, soprattutto nelle atmosfere country tra praterie, spari, carrozze, le prove di forza cui Adamo spinge i suoi fratelli». «Roberta Lanfranchi – aggiunge Piparo – è la nuova Delia Scala e Flavio Montrucchio canta come pochi tenori. Questo spettacolo per me apre anche una strada nuova, verso una sorta di compagnia stabile, con un gruppo di professionisti cui attingere per un futuro ricambio».

«È di certo il ruolo più importante della mia carriera – dice Roberta Lanfranchi – e mi calza a pennello perché anche a casa sono un po’ come Milly, severa sull’educazione, ma anche dolce». «Finalmente Adamo – sottolinea Flavio Montrucchio -: erano anni che sognavo di comandare io in casa – scherza – ma ora lo faccio solo sulla scena e quando torno a casa mi tocca affrontare ben altra realtà. Servono persone come Massimo, imprenditori sugli attori oltre che sugli spettacoli».

 

«Sette Spose per Sette Fratelli» sarà in scena al «Verdi» e in tournée in diverse città italiane fino al 18 maggio 2014. Ancora in tour dal prossimo ottobre e a Milano per le feste di Natale.

 

Si comincia alle ore 20.30
Durata spettacolo: 120 minuti compreso intervallo
Per tutte le informazioni www.fondazionenuovoteatroverdi.it e tel. (0831) 229230 – 562554

No Comments