April 15, 2024

Brundisium.net

La Fisascat Cisl Taranto Brindisi ha sottoscritto in data odierna, con altri sindacati, un accordo di 2° livello per i 60 dipendenti di Ecologica S.p.A. che operano per Enel Produzione S.p.A. nell’appalto di pulizia industriale della Centrale Enel Federico II di Cerano, a Brindisi.

 

Era importante ottenere la revisione di una serie di istituti contrattuali e determinare incrementi economici e normativi che varranno fino al prossimo 31 dicembre, prorogabili fino al successivo rinnovo e, al contempo, condividere una organizzazione del lavoro che valorizzasse le professionalità, migliorasse le condizioni di vita  dei dipendenti e la qualità del servizio.

 

Ci siamo riusciti, a nostro avviso e, nei prossimi giorni, sottoporremo i contenuti dell’Accordo alla valutazione dei lavoratori.

 

Diversi i punti qualificanti, a partire dal riconoscimento di buoni pasto con almeno cinque ore di prestazione lavorativa giornaliera e dalla reperibilità organizzata con un’equa e giusta turnazione tra i lavoratori che si rendano disponibili, a fronte di una retribuzione settimanale aggiuntiva pari a 130 euro.

 

Rilevante, nell’Accordo, anche il tema del semiturno rispetto al quale l’Azienda insieme con la rappresentanza sindacale, la Rsa, svilupperà un programma di lavoro mensile a turni, riconoscendo ai lavoratori disponibili una indennità mensile di 300 euro, detratti 13,64 euro per assenze eccedenti, nell’arco dell’anno, i primi 10 giorni di malattia, salvo motivazioni gravi specificamente richiamati.

 

Sul tema della mobilità è fatto obbligo alla Ecologica S.p.A.  di indicare, all’atto dell’assunzione, in quale cantiere il lavoratore svolgerà la propria opera e, in caso di esigenze operative in sedi di servizio differenti, tale decisione coinvolgerà il dipendente e la rappresentanza sindacale.

 

L’Accordo poi, istituisce la banca individuale delle ore per il recupero dello straordinario eccedente le 16 ore mensili – che l’Azienda aggiornerà con comunicazioni periodiche agli interessati – riscattabile a richiesta con riposi compensativi, al netto delle maggiorazioni previste dal contratto nazionale di lavoro.

 

E per quanto riguarda ancora il lavoro straordinario, fissato per un massimo di 200 ore per anno, lo stesso sarà programmato preventivamente con le rappresentanze sindacali purché in presenza di richieste formulate con i caratteri di urgenza da Enel Produzione S.p.A.

 

La prevenzione e la sicurezza, infine, è un altro dei punti qualificanti dell’Accordo in cui si è convenuto di adottare modelli di gestione finalizzate al lavoro sicuro, di garantire la formazione e l’informazione dei rappresentanti sindacali e della sicurezza, oltreché di tutti i lavoratori, procedendo anche a verifiche semestrali con il responsabile aziendale della sicurezza ed esaminando periodicamente i protocolli delle visite mediche cui saranno sottoposti i lavoratori.

 

Si tratta di un buon accordo, a dimostrazione che nonostante la crisi il Sindacato non abbandona mai la possibilità di contrattare ottenendo per i lavoratori benefici aggiuntivi a quelli salariali e, al contempo, implementando valori che come Fisascat Cisl consideriamo irrinunciabili in un contesto lavorativo, come il diritto alla giusta retribuzione, al buon ambiente interno ed esterno all’Azienda, alla sicurezza dei lavoratori e degli impianti ed alla qualità del servizio.

 

COMUNICATO STAMPA FISASCAT CISL

No Comments