June 15, 2024

Brundisium.net

Le sponsorizzazioni che le aziende ed i grandi gruppi industriali erogano a supporto dello sport nel territorio, rientrano in un concetto di responsabilità sociale che comprende certamente anche i temi della tutela dell’ambiente e della salute, oltre che della garanzia di lavoro e sviluppo. Ognuno è libero di leggere tutto questo secondo i propri principi e convinzioni, ma senza colpire e criminalizzare le altrui sensibilità.

 

La vela è uno sport pulito, la Regata Internazionale Brindisi-Corfù è una regata pulita e gli sponsor sostenendola non hanno chiesto in cambio alcunché, tanto meno la sottoscrizione di adesioni del Circolo della Vela Brindisi alle loro politiche industriali.
Si tratta di sponsorizzazioni richieste, gradite e fondamentali per la sopravvivenza dell’evento.

 

Molti dei grandi team velici impegnati nelle regate più famose, incluse quelle transoceaniche, hanno società energetiche tra i propri supporter finanziari, e non ci risulta che quegli equipaggi vadano poi in tv a prendere politicamente posizione a favore di Gazprom o di altri gruppi, né è stato chiesto loro di farlo.

 

Non ci faremo coinvolgere in alcuna polemica su questo terreno.

I nostri allievi sono educati all’amore del mare e dei valori sportivi, i nostri soci e gli armatori che partecipano alla regata sono uomini liberi e consapevoli, ognuno dotato di idee proprie e raziocinio.
Il Circolo della Vela rivendica con orgoglio la propria autonomia e libertà nel rispetto delle posizioni altrui ivi comprese quelle del Comitato del No al Carbone.

 

TEO TITO
PRESIDENTE CIRCOLO DELLA VELA BRINDISI

No Comments