July 18, 2019

Print Friendly, PDF & Email

“Dottore, mi bruciano gli occhi, cosa devo mettere?” “Metti delle gocce di antistaminico!” “Dottore, le ho già messe ma la situazione non è migliorata.” “Allora prova con le gocce al cortisone!” “Ma, dottore, se per un bruciore agli occhi uso il cortisone, per un attacco allergico cosa mi tocca usare?” Il dialogo potrebbe continuare a lungo ma, probabilmente, senza arrivare ad una soluzione risolutiva.

 

Due settimane fa, ho di nuovo scritto sulle allergie. Riprendo il discorso perché è ancora attuale e la maggior parte della gente che soffre di allergie ai pollini non trova rimedio ai propri disturbi aspettando pazientemente che passi la stagione e sperando che l’anno successivo sia un anno migliore. I sintomi da allergie ai pollini si possono affrontare anche con la omeopatia ma alla medicina accademica ciò non interessa.

 

Quando io ero bambino, chi viveva nelle campagne, che era a stretto contatto con i pollini più disparati, non soffriva di allergia! Invece, tra i bambini che vivevano nelle città, alcuni mostravano gli stessi sintomi odierni ma erano casi rari. Ciò mi dimostra che la causa di questi disturbi non sono i pollini. Allora, qual è la causa dei così tanti casi di disturbi allergici?

 

Sono sempre più convinto che la causa di ogni disturbo allergico è da ricercare nel carico tossico a cui si è sottoposti oggigiorno. Quando la nostra capacità di neutralizzazione ed eliminazione regolare delle tossine rallenta, quest’ultime si accumulano fino a scatenare una reazione acuta salvifica per l’incolumità del corpo; ma noi ignorantemente giudichiamo questa reazione negativa e la collochiamo nella lista delle malattie.

 

In linea di principio, personalmente, la malattia non la considero un evento negativo per il nostro organismo bensì un’azione benevola che ha lo scopo di ripristinare il livello funzionale compromesso a causa dell’errato stile di vita o in seguito di un trauma che ha indebolito il sistema immunitario. Immaginate insieme a me come sarebbe orribile la nostra vita, se non ci fosse la malattia. La nostra vita si svolgerebbe tra nascita e morte senza nessun preavviso. Nascere e morire repentinamente sarebbe insopportabile, e nessuna persona normale reggerebbe al dolore causato da un’evenienza del genere.

 

Io considero la malattia un “ammortizzatore vitale” al pari dell’ammortizzatore sociale della cassa integrazione o della disoccupazione.

 

Tornando al tema delle allergie, posso assicurarvi che se rafforziamo il sistema immunitario, i fastidiosi sintomi allergici spariranno. Un metodo semplice per rafforzare il sistema immunitario è quello di curare l’alimentazione.

 

Tra gli alimenti il più funzionale è l’acqua pura, soprattutto se è alcalina. Nel caso delle allergie, l’acqua alcalina è l’elemento più efficace, sia per eliminare le scorie accumulate che per rafforzare il sistema immunitario. Sono a conoscenza di molte persone che si sono viste svanire i sintomi allergici in brevissimo tempo allorquando hanno intrapreso uno stile di vita più sano e sobrio.

 

Ovviamente, le feste non aiutano, oggigiorno, ad essere sobri; pertanto, una scelta di vita sana implica consapevolezza, impegno e determinazione. Personalmente, la scelta la feci 29 anni fa.

 

Continua….

Rocco Palmisano

No Comments