April 15, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Promosso dai sindaci Riccardo Rossi e Silvana Errico, si è tenuto ieri (19 febbraio) un tavolo di confronto dell’Ambito Territoriale Brindisi-San Vito dei Normanni. Erano presenti all’incontro anche l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Brindisi, Isabella Lettori, il Dr. Alessandro Saponaro per il Dipartimento di Salute Mentale ASL Brindisi e l’assistente Sociale CAT ASL BR/1, Dott.ssa Caterina Di Maria.

Sono state messe in evidenza le criticità dei territori di Brindisi e San Vito dei Normanni riguardo alla grave carenza di strutture diurne e residenziali deputate ad accogliere utenti interessati da Disturbi dello Spettro Autistico, anche in considerazione della crescente domanda da parte dei loro familiari e della presenza di ragazzi maggiorenni che concludono il percorso scolastico.

Il rappresentante del Dipartimento di salute mentale della Asl di Brindisi ha fatto presente, rispetto al problema della carenza di strutture, che sono stati assegnati n. 20 posti al Centro Diurno di Latiano e n. 16 posti alla struttura residenziale di Mesagne.

Si è anche parlato dell’aumentato fabbisogno dei moduli terapeutici riabilitativi (servizi ambulatoriali) con la necessità di portarli da 4 a 6, più 1 sul territorio di Brindisi. Si tratta di servizi attualmente non ancora realizzati.

Il tavolo è stato aggiornato per un confronto con il Direttore Generale della Asl al fine di ricevere un cronoprogramma riferito alla attuabilità dei servizi.

No Comments